-

Tennis protagonista alla giornata di Mototerapia nazionale in Liguria

Il Tennis può rappresentare una delle vie più proficue per l’abbattimento delle barriere che ancora oggi tendono a condizionare la quotidianità delle persone disabili.

di | 31 agosto 2021

Il Tennis può rappresentare una delle vie più proficue per l’abbattimento delle barriere

Il Tennis può rappresentare una delle vie più proficue per l’abbattimento delle barriere

Il Tennis può rappresentare una delle vie più proficue per l’abbattimento delle barriere che ancora oggi tendono a condizionare la quotidianità  delle persone disabili.

Il messaggio è stato al centro della giornata di Mototerapia nazionale 2021 organizzata lo scorso 28 luglio su tutto il territorio di Pontinvrea, in provincia di Savona.

Un appuntamento decisamente riuscito, in cui il nostro sport è stato rappresentato da Daniele Masio  e dalla sua MTTF, Masio Tennis Teaching & Fun, e a cui ha partecipato anche Riccardo Brunelli, Fiduciario regionale del nostro Comitato per il Tennis in carrozzina.

“L’evento organizzato da Vanni Oddera, ideatore di Mototerapia che da 12 anni si occupa della sua missione senza sosta in Italia e nel mondo, ha coinvolto in totale circa 400 ragazzi provenienti da tutto il nord Italia con disabilità motorie o cognitive e una cinquantina di loro si sono avvicinati al tennis per l’occasione - racconta Daniele Masio - . I partecipanti hanno potuto cimentarsi in tante attività, dal calcio alla canoa, dal rally ai giri in elicottero o mongolfiera. Per quanto riguarda il tennis avevamo anche a disposizione tre carrozzine procurate da Riccardo Brunelli, ma la mattinata è stata dedicata soprattutto ai ragazzi con disabilità cognitive, quasi tutti neofiti, anche se, nell’ambito di un gruppo di Biella, un ragazzo aveva già avuto esperienze di tornei amatoriali”.

La giornata di Mototerapia nazionale è andata quindi agli archivi con grande soddisfazione da parte degli organizzatori, dell’Amministrazione di Pontinvrea, e di Daniele Masio, per cui l’evento potrebbe rappresentare un punto di partenza.

“Ho superato il  corso per insegnante di tennis in carrozzina quattro anni fa - continua il Maestro Daniele Masio - e avevo già partecipato a eventi organizzati nel savonese dal Maestro Alberto Zizzini con la collaborazione del fiduciario Riccardo Brunelli. Si tratta di un ambito che mi ha sempre dato tantissimo dal punto di vista emozionale e arricchito molto a livello personale e la giornata di Pontinvrea mi ha ancora più convinto della bontà di simili progetti. Ho manifestato a Oddera la mia disponibilità a rappresentare il tennis nell’ambito delle sue manifestazioni e spero di poter organizzare nel ponente ligure con la mia MTTF altri appuntamenti simili”.

Alla soddisfazione e all’impegno in questo caso di Daniele Masio e del nostro fiduciario Riccardo Brunelli, non può che aggiungersi quella dell’intero Comitato Fit Liguria.

La posizione decisamente di rilievo che la nostra regione può vantare nell’ ambito del movimento tennistico nazionale non è frutto soltanto dei risultati agonistici o organizzativi raggiunti. Il tennis per noi è comunità, partecipazione, condivisione di una grande passione.

Per questo motivo quando il nostro tennis riesce a dimostrare, per di più in Liguria, tutta la sua valenza sociale, il nostro Comitato gioisce per la vittoria  più nobile che esista. Quella capace di abbattere ogni barriera.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti