Balzerani: “Stagione altalenante, voglio far bene alle Next Gen Atp Finals”

Intervista al reatino classe '98, pronto per scendere in campo a Milano nelle qualificazioni del torneo internazionale under 21

di Gianluca Lalli | 10 ottobre 2019

Poco meno di un mese ai nastri di partenza delle Next Gen Atp Finals, consueto appuntamento che vedrà sfidarsi i migliori 8 under 21 della stagione in corso. Lo Sporting Milano 3 è pronto a ospitare il torneo di qualificazioni, che quest’anno non darà accesso diretto al tabellone principale in quanto la wild card azzurra è andata a Jannik Sinner, autore di una stagione che non è rimasta indifferente anche ai maggiori organi dell’Atp. Tra i ragazzi pronti a battagliare per il ruolo di “riserva” ci sarà anche Riccardo Balzerani, che proverà a sbaragliare una concorrenza quanto mai agguerrita. Per il vincitore, oltre alla partecipazione dal 6 al 9 novembre al Red Bull Next Gen Open, verrà dunque assegnato il diritto di subentrare nel torneo “vero” qualora dovesse esserci un forfait o qualora Sinner, attualmente al tredicesimo posto, dovesse terminare la stagione nei primi 7 della Race.

La mia è stata una stagione altalenante, ho disputato due buoni tornei ad inizio anno – ha dichiarato Balzerani, tennista di Rieti – salvo poi calare con 4-5 mesi di buio. Ultimamente mi sono ritrovato, le cose stanno andando meglio anche se non posso essere soddisfatto del ranking”. Il classe ‘98 è attualmente al 481esimo gradino della classifica Atp, con 63 punti dopo buone prestazioni a livello Itf e qualche apparizione Challenger.

Sul cemento indoor mi trovo bene, - prosegue il reatino - recentemente ho giocato un Challenger a Glasgow su questa superficie, anche se la maggior parte dei tornei li ho giocati su terra battuta. A Milano voglio far bene, posso definirmi un ‘veterano’ di questo torneo avendo disputato le precedenti due edizioni. Conosco le regole e le condizioni di gioco, quindi spero di poter sfruttare questo vantaggio contro i miei avversari”.

Alla domanda su quale sia, secondo il suo parere, il miglior under 21 del circuito: “Non ho un Next Gen preferito, ma penso che il più futuribile e con maggiori potenzialità sia Felix Auger-Aliassime”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi