-

Torna l'ATP Challenger a Napoli

Si giocherà dal 4 al 10 ottobre prossimo, sui campi dello storico club della Villa, con 44.820 euro di montepremi

di | 02 maggio 2021

Tennis club Napoli

Napoli e il tennis internazionale, sboccia di nuovo l’amore. Un torneo Challenger Atp nella città partenopea torna in calendario dopo cinque anni di pausa. Si giocherà dal 4 al 10 ottobre prossimo (qualificazioni da domenica 3) sui gloriosi campi del Tennis Club Napoli. Sarà un Challenger 80 (al vincitore 80 punti Atp, 48 al finalista), con montepremi da quasi 50mila euro, l’occasione per rivedere quel tennis internazionale di casa in città. L’organizzazione sarà affidata al manager e tecnico nazionale Cosimo Napolitano. “E’ una bella sfida. Napoli ha bisogno di tornare a essere una tappa fissa del circuito Atp, lavoreremo a questo obiettivo insieme con il club e in una location tra le più belle e conosciute del mondo”.

Dopo cinque anni, quindi, il tennis internazionale si riappropria per una settimana della scena principale sul Lungomare di via Caracciolo. Pur senza torneo, nel 2019 il Club della Villa era stato protagonista del successo dell’Universiade di Napoli, con una gara che nel giorno della finale portò oltre tremila appassionati sugli spalti. Il nuovo progetto 2021 nel tempo vuole ridare continuità a una tradizione che affonda le radici in una storia bella e incredibile. La prima edizione del torneo è datata 1905, 116 anni fa, nello stesso anno di nascita dell’allora Lawn Tennis. Pur con delle pause, il torneo conta 77 edizioni, e nel prossimo autunno festeggerà di fatto la 78ma. E l’albo d’oro racconta di grandi campioni vincitori in Villa; senza andare troppo lontano, tra gli ultimi l’azzurro Potito Starace, il francese Richard Gasquet, il lussemburghese Muller

“Riportare il tennis internazionale a Napoli era il mio grande sogno che ora si avvera – spiega Riccardo Villari, presidente del Tennis Club Napoli dal 2017 -. Abbiamo colto l’occasione arrivata in questo periodo così complicato legato alla pandemia, grazie alla joint venture nata con Cosimo Napolitano, che porta Napoli e il nostro club nel cuore. Ci siamo rimessi in gioco e siamo pronti a regalare questo grande evento agli appassionati e agli sportivi della città”.

Il successo dell’evento sarà naturalmente legato anche all’evolversi della pandemia in Italia. A ottobre, con il piano di vaccinazioni in stato avanzato, la situazione dovrebbe essere decisamente migliore. “Noi saremo pronti a offrire il massimo dei servizi agli spettatori, se dovesse servire anche esami diagnostici rapidi per permettere una maggiore affluenza di pubblico all’evento. Il torneo arriva al momento giusto: abbiamo tutti bisogno di riprendere la nostra vita, di socializzare, di essere coinvolti in format di qualità come sarà questo evento in Villa”.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti