-

Il 2020 in numeri. Lo sport va oltre la pandemia

Lappano: risultati importanti sul campo, ma anche a livello organizzativo. Crescono Tpra e Padel

di | 22 gennaio 2021

Giocatore di tennis

null

Anche per il mondo dello sport il 2020 è stato l'anno più difficile che si possa ricordare. La pandemia ha messo a dura prova il movimento a livello agonistico ed amatoriale. Tuttavia il lavoro e l'impegno dei dirigenti e dei circoli ha permesso di portare a casa, comunque, dei risultati apprezzabili, che diventano ancora più significativi in relazione al contesto. A partire da questi si parte per un 2021 che, si spera, possa essere decisamente diverso anche se l'attività sportiva è legata all'andamento della pandemia.
"Abbiamo raccolto alcuni risultati degni di nota anche a livello agonistico - ha commentato il Presidente del Comitato Regionale Calabro della Fit, Joe Lappano - a gennaio è arrivata la finale raggiunta da Alessio Pergola al Lemon Bowl. In estate, poi, al Master nazionale “Tennis Trophy Fit Kinder Joy of moving” di Roma sono arrivate la vittoria di Gennaro Scalese nel tabellone under 9 maschile, la finale raggiunta da Alessia Massimilla nella categoria under 12 femminile e gli importanti piazzamenti di Diego Zinga (semifinale under 9 maschile), Gabriel Brigandì (semifinale under 12 maschile) e Leila Calabrese (quarti di finale under 10 femminile). Soddisfazioni in singolare, ma anche in doppio con Alessio Pergola e Matteo Commisso, che hanno vinto a Pescara il Junior Tennis Europe".
"Al di là dei risultati conseguiti sul campo, anche a livello organizzativo - ha proseguito Lappano - siamo riusciti comunque a superare le difficoltà derivanti dall'emergenza sanitaria. Siamo riusciti a concludere tutta l'attività istituzionalmente prevista, sia per quanto riguarda i campionati a squadra, sia quelli individuali. Un ringraziamento, inoltre, va ai circoli: grazie al loro sforzo siamo riusciti ad organizzare un elevato numero di tornei, che hanno coniugato bene quantità e qualità".
L'emergenza sanitaria, come detto, ha colpito lo sport a tutti i livelli, ma, a livello amatoriale, da registrare una grossa crescita grazie al circuito Tpra: "Un grande successo - ha detto Lappano - con un clamoroso aumento delle manifestazioni e degli iscritti, grazie anche all'inserimento di un nuovo coordinatore nella provincia di Reggio Calabria, ovvero Maurizio Costa, che ha dato un grosso impulso al movimento permettendogli di riaggiungere picchi mai toccati prima, ed alla conferma del responsabile regionale, Umberto Franza, che si è prodigato per la crescita del Tpra in tutte le altre province ottenendo risultati ragguardevoli".
Numeri positivi anche dal Padel: una disciplina che continua ad appassionare e cresce anche grazie alla realizzazione di nuovi campi. I circoli credono in questo sport anche se, per forza di cose, la crescita strutturale è stata frenata in parte dalla pandemia. La passione, però, è andata oltre ed i numeri parlano chiaro: "Abbiamo registrato il numero record di undici inscrizioni al campionato a squadre di serie D - ha concluso Lappano - ed abbiamo organizzato, inoltre, il primo circuito di Padel in Calabria con tre tappe più il master finale". Numeri destinati a crescere nel 2021.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti