Corigliano-Rossano: ancora Rotondo su Viceconte

Nella replica della finale dell'Open di Altomonte, Francesco Rotondo si impone nuovamente sul rivale. Ma stavolta si è deciso tutto in due set

13 settembre 2019

E’ stata la rivincita della finale dell’Open giocato qualche settimana fa ad Altomonte, ma stavolta l’equilibrio è durato solo un set. Ma del torneo giocato sui campi in erba sintetica dell’Associazione sportiva dilettantistica giovanile San Paolo di Corigliano-Rossano, centro in provincia di Cosenza, non si può solo ricordare la sfida finale, ma anche tanti altri match, l’alto numero di partecipanti e la perfetta organizzazione.

 E’ stato un Open perfettamente riuscito, dunque, il Trofeo “La Pietra”, che ha di fatto chiuso l’estate del circolo della cittadino dello Ionio cosentino, che si concentrerà ora sulle sue consuete attività.

Come accennato, in campo maschile in finale si sono sfidati Andrea Viceconte, testa di serie numero uno, che ha superato in semifinale Raffaele La Scala (n.4) in due set, e Francesco Rotondo, numero tre del tabellone, che ha approfittato del ritiro di Andrea Piergentili, seconda testa di serie.

Come detto, i due, qualche settimana prima, avevano dato vita ad un match decisamente equilibrato nella finale dell’Open di Altomonte, vinta da Rotondo al terzo set. Grande equilibrio nella prima parte di questa sorta di “rivincita”; Viceconte va subito avanti di un break, ma viene ripreso da Rotondo. Poi match combattuto fino al 4-4 del primo set. L’allungo di Rotondo, però, è decisivo per la conquista del primo set, che si chiude 6-4.

Il break ottenuto non condiziona però solo l’esito della prima partita, ma dell’intero incontro. Rotondo, infatti, in apertura di secondo set, ottiene un altro break; Viceconte diventa falloso ed in poco tempo il tennista reggino porta a casa il match ed il torneo chiudendo 6-2.

Pronostico ampiamente rispettato in campo femminile; a sfidarsi in finale, infatti, le prime due teste di serie: Alessia Passerini, che ha sconfitto in semifinale Antonella Ferrari, e Giulia Faggio, che ha superato Maria Grazia Viola. Anche fra le donne la finale si è chiusa in due set e ad avere la meglio è stata la Passerini con il punteggio di 6-4, 6-3.

Si è chiuso così un torneo, che gli organizzatori sono intenzionati a far crescere nel corso degli anni. Un bilancio, come detto, positivo per l’edizione 2019, ma occhi puntati già sul torneo 2020, per il quale si inizierà a lavorare fin da subito.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi