A Gioia Tauro una finale fra i “soliti noti”

Sono stati ancora una volta Cristian Sanchez Rodriguez ed Alessio Di Mauro a sfidarsi nella finale dell’Open della Calabria di Gioia Tauro. E la vittoria è andata al colombiano

18 agosto 2019

“Ancora tu”... potrebbe essere la famosa canzone di Lucio Battisti la colonna sonora della finale dell’Open della Calabria. E potrebbe essere la frase che potrebbero dirsi a vicenda Cristian Sanchez Rodriguez ed Alessio Di Mauro. Perché, poi, in finale ci sono sempre loro. A Gioia Tauro, quindi, non c’è spazio per nomi nuovi e le prime due teste di serie del tabellone sono riusciti ancora una volta a rispettare il pronostico.

Ma al di là del nome dei finalisti, quello disputato sui campi del “Circolo Tennis Gioia 1974” si è confermato come il torneo più importante nel circuito Open calabrese. 

Sono stati tanti i giocatori di seconda categoria che hanno preso parte al torneo della cittadina del reggino cercando di stravolgere i piani al duo Rodriguez-Di Mauro che, a Gioia Tauro, prima di questa edizione, avevano giocato già quattro finali, tra cui quella dello scorso anno, vinta dal colombiano.

Già dai quarti di finale match di altissimo livello; fra tutti certamente il più emozionante e combattuto è stato quello che ha visto di fronte la terza testa di serie Davide Pontoglio ed il numero sei del tabellone Antonio Campo. Un’autentica battaglia che ha visto prevalere Campo dopo tre ore di gioco: 6-7, 6-3, 7-6 il risultato finale. 

Probabilmente lo sforzo del giorno precedente è costato caro a Campo, che in semifinale, contro Alessio Di Mauro, ha perso il primo set 7-5 ed è stato costretto al ritiro sotto 3-1.

Altro match da ricordare la semifinale della parte alta del tabellone. Probabilmente, però, chi vorrà dimenticarla è l’alfiere calabrese Corrado Summaria, che ha perso una grande occasione contro il detentore del titolo, Cristian Sanchez Rodriguez. Dopo aver vinto il primo set 6-2 ed aver perso il secondo 6-3, Summaria si è trovato avanti prima 5-2 e poi 5-3 con il servizio a disposizione. I cinque giochi consecutivi vinti dal colombiano, però, hanno messo fine al cammino di Summaria ed hanno permesso a Sanchez-Rodriguez di sfidare per la quinta volta Di Mauro nella finale dell’Open della Calabria. 

Anche la finale è stata molto combattuta, almeno nei primi due set. Partenza devastante per Cristian Sanchez Rodriguez che si impone 6-2 nel primo set. Nel secondo, poi, a partire meglio è Di Mauro che si porta avanti di un break, ma il colombiano riesce a mettere in equilibrio il set fino al tue-break. Straordinario il siciliano che, a dispetto dei suoi 42 anni (compiuti durante il torneo), trova ancora la forza per far suo il tiebreak per 7-4.

Il terzo, però, è un monologo del colombiano che fa valere la sua migliore condizione fisica e si impone 6-1 senza troppo problemi portando a casa il titolo per la quinta volta. 

Il bilancio delle finali con Di Mauro è ora di 4-1 in suo favore, mentre il siciliano, ex numero 68 al mondo, resta fermo a 3 titoli nell’open della Calabria.

Al di là di vincitori e vinti, il torneo si chiude con un bilancio decisamente positivo per gli organizzatori. Il torneo continua a crescere e, magari presto, strutture permettendo, potrebbe diventare un torneo internazionale.

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi