Sinner spreca due match point, passa Carreno Busta

Si ferma nei quarti di finale la cavalcata di Jannik Sinner nell’ATP 500 di Rotterdam. Venerdì pomeriggio il 18enne di Sesto Pusteria è stato superato dallo spagnolo Pablo Carreno Busta (ATP 30), dopo aver sprecato due match point nel tiebreak del terzo set, per 5-7, 6-3, 6-7(6).

di Manuel Tabarelli | 14 febbraio 2020

Sinner, numero 79 del ranking mondiale e in gara con una wild card, ha giocato un grandissimo tennis in Olanda. Ieri il pusterese ha spazzato via in due set il numero 10 ATP David Goffin. Sinner era il primo 18enne dall’agosto 2017 a battere un Top 10. L’ultimo a riuscirci è stato la giovane promessa canadese Denis Shapovalov. Da lunedì l’altoatesino sarà il numero 68 del mondo con 793 punti ATP. Nuovo best ranking. Inoltre Sinner si porta a casa 54.985 euro di montepremi. 

 

24 ore dopo il successo più prestigioso della sua giovanissima carriera contro Goffin, il prodigio azzurro è tornato in campo per i quarti di Rotterdam contro il 28enne spagnolo Pablo Carreno Busta, che ieri ha avuto la meglio sul suo connazionale Roberto Bautista Agut.

 

Per Sinner era il secondo quarto di finale nel circuito maggiore, dopo aver raggiunto ad Anversa addirittura la semifinale. La partita di oggi era molto equilibrata. Fino al 6-5 per lo spagnolo entrambi i tennisti hanno confermato il loro servizio. Nel 12° gioco Carreno Busta ha strappato il turno di battuta all’azzurrino, aggiudicandosi il primo set per 7-5. 

 

Sinner ha dominato il secondo parziale. Dopo aver sprecato complessivamente tre palle break nel quarto e sesto gioco, poco dopo il pusterese ha sfruttato il suo quinto break point per l’allungo del 5-3. Nel game successivo Sinner ha chiuso i conti sul 6-3. 

 

Nel game d’apertura Sinner ha avuto altre quattro chance del possibile 1-0, senza però sfruttare nessuna. Dall’altra parte l’altoatesino ha subito il break del 2-0. Sinner però non ha mollato e sul 5-3 è riuscito a breakare lo spagnolo per il 5-4. Un’incredibile reazione dell’altoatesino. Poi entrambi i tennisti hanno confermato il loro turno di battuta. Così questa incredibile partita si è decisa nel tiebreak. Tiebreak dove anche Sinner sul 6-4 ha sprecato due match point. Una beffa per l’azzurro, perché poco dopo Carreno Busta ha chiuso il match sull’8-6 finale. 

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi