Seppi c'è: battuto Johnson, è nei quarti di New York

Continua il buon momento per Andreas Seppi nell’ATP 250 di New York. Mercoledì sera il 35enne caldarese si è imposto negli ottavi di finale sullo statunitense Steve Johnson (ATP 75) in un’ora e 29 minuti di gioco in due set per 7-6(4), 6-3.

di Manuel Tabarelli | 12 febbraio 2020

Seppi era reduce dall’incredibile vittoria all’esordio nei confronti di Damir Dzumhur, al quale ha annullato anche un match point nel tiebreak del terzo set. Oggi l’azzurro ha affrontato il padrone di casa Steve Johnson. Quattro i precedenti tra Seppi ed il 30enne statunitense, con Johnson che si è imposto in tre occasioni. L’altoatesino ha invece vinto l’ultimo scontro diretto l’anno scorso agli Australian Open. 

 

Il primo set era molto equilibrato. Fino al 6-6 pari entrambi i tennisti si sono strappati rispettivamente tre volte il turno di battuta. Nel tiebreak Seppi ha allungato subito sul 5-2, sfruttando poco dopo il primo set point per il 7-4. L’altoatesino ha dominato la seconda frazione di gioco, dove è scappato immediatamente sul 3-0. Nel sesto gioco Seppi ha piazzato un altro break per il 5-1. Sul proprio servizio l’azzurro ha sprecato sul 40-0 tre palle match, incassando addirittura il rebreak del 5-2. Dopo un’ora e mezzo di gioco il numero 98 del mondo ha chiuso l’incontro sul 6-3 finale. 

 

Una grande prova di Seppi, che grazie a questa vittoria si conferma nei Top 100 al mondo. Nei quarti di finale il caldarese troverà venerdì il vincitore del match tra il numero 1 del seeding e 18 del mondo, John Isner, e Jordan Thompson. Seppi ha giocato quattro volte contro lo statunitense: una sola vittoria, ottenuta otto anni fa nel Masters 1000 di Roma. A New York Seppi ha già conquistato 45 punti ATP e 21.390 dollari di montepremi. 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi