Jannik Sinner conquista la finale di Ortisei

Jannik Sinner stacca il biglietto per la finale della 10° edizione dell’ATP Sparkasse Challenger Val Gardena Südtirol. Il 18enne di Sesto Pusteria si è imposto nella semifinale del 46.600 euro di Ortisei sul francese Antoine Hoang (ATP 124) in due set per 6-3, 7-6(4). Domani, domenica alle ore 11 la stella altoatesina si contenderà il titolo contro l’austriaco Sebastian Ofner.

di Manuel Tabarelli | 16 novembre 2019

Sinner raggiunge così per la quarta volta in carriera una finale Challenger. A febbraio a Bergamo ed a agosto a Lexington il tennista altoatesino si è portato a casa il trofeo, mentre ad Ostrava si è dovuto arrendere in finale al polacco Kamil Majchrzak. Oggi Sinner, numero 2 del seeding e 96 del mondo, ha superato nella semifinale di Ortisei Hoang. Il 24enne francese, numero 124 del ranking mondiale, e Sinner si sono affrontati quest’anno già nelle qualificazioni dell’ATP 250 di Lione. In quell’occasione l’azzurrino si era imposto in tre set con il punteggio di 6-4, 5-7, 6-1.

Anche oggi il pubblico di Ortisei ha assistito ad un grande match del suo beniamino locale. Sinner ha preso subito in mano la partita, scappando con un break sul 4-1. Il pusterese ha controllato questo vantaggio, chiudendo il primo set sul 6-3. Nella seconda frazione di gioco Hoang è passato subito in vantaggio per 4-1. Sinner però non si è arreso, riportandosi con un rebreak sul 4-4 pari. Sul 5-6 l’altoatesino era già sotto per 0-40, Sinner ha però annullato tutti i tre set point, pareggiando sul 6-6. Nel tiebreak il tennista di Sesto Pusteria è passato sul 5-2, spianando così la strada per la conquista del match. Dopo un’ora e 17 minuti di gioco Sinner ha trasformato il suo primo match point per il 7-4 finale. Un’ottima prestazione dell’azzurrino, che conquista così la finale di Ortisei senza aver perso un set. 


In finale contro Sebastian Ofner

Sebastian Ofner, numero 173 del mondo, è il primo austriaco a giocare la finale di Ortisei. Il 23enne ha vinto la prima semifinale di Ortisei contro la grande sorpresa azzurra Luca Vanni (ATP 368) in due tiebreak per 7-6(4), 7-6(3). Per Vanni rimane il rammarico di non avere sfruttata neanche una delle otte palle break durante l’incontro. Due nel primo set, e sei nel secondo con ben cinque set point a disposizione sul servizio dell’austriaco. Ofner nei momenti cruciali è rimasto concentrato, dove ha annullato due set point consecutivi sul 4-5 nel secondo con un ace e un servizio vincente. Addirittura tre le palle set salvate nel dodicesimo game. Nel tiebreak finale l’austriaco si è portato subito sul 6-2. Vanni con il suo 96esimo ace del torneo (22 messi a segno oggi) ha annullato il primo match point, poi Ofner ha chiuso la partita con un servizio vincente. Per il giocatore austriaco si tratta della prima finale Challenger da maggio, quando aveva vinto il Challenger di Puerto Vallarta in Messico. La prima vittoria in carriera in un Challenger era arrivata nel 2018 a Astana.   

Sinner ed Ofner si affronteranno domani per la prima volta in carriera. Domani il pusterese si vuole portare a casa i 6.190 euro di montepremi e soprattutto gli 80 punti ATP, con i quali entrerebbe nei Top 80 del mondo. 


Cacis e Sancic vincono il doppio

Dopo la partita di Sinner si è assegnato ad Ortisei anche il primo titolo. La coppia serba-croata Nikola Cacic/Antonio Sancic si è imposta in finale in rimonta sulle teste di serie numero 2 olandese Sander Arends/David Pel con il punteggio di 6-7(5), 7-6(3), 10-7. Per Sancic è il secondo titolo ad Ortisei dopo quello vinto nel 2017 con Sander Arends, il quale ha battuto proprio oggi.

 
ATP Sparkassen Challenger Val Gardena Südtirol (46.600 euro di montepremi)

Tabellone principale

Singolare, semifinale
Sebastian Ofner (AUT/ATP 166/10) - Luca Vanni (ITA/ATP 371) 7:6(4), 7:6(3)
Jannik Sinner (ITA/Sesto Pusteria/ATP 95/2) - Antoine Hoang (FRA/ATP 125/6) 6:3, 7:6(4)

Singolare, finale
ore 11: Sebastian Ofner (AUT/ATP 166/10) - Jannik Sinner (ITA/Sesto Pusteria/ATP 95/2)


Doppio, finale
Nikola Cacic (SRB)/Antonio Sancic (CRO) - Sander Arends/David Pel (NED)
 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi