Seppi conquista la finale di Cary

Grande rimonta di Andreas Seppi, che nella notte tra sabato e domenica ha raggiunto la finale del 54.160 dollari ATP Challenger di Cary. Il 35enne di Caldaro ha superato, dopo aver annullato tre palle match nel secondo set, il francese Enzo Coaucaud (ATP 207) per 4-6, 7-6(8), 6-4.

di Manuel Tabarelli | 14 settembre 2019

L’altoatesino, testa di serie numero 1 nel tabellone di Cary, aveva eliminato nei turni precedenti il britannico Liam Broady, l’australiano John-Patrick Smith e lo statunitense Noah Rubin rispettivamente in due set. Oggi Seppi ha proseguito la sua striscia positiva nel North Carolina anche contro Enzo Coaucaud, approdando per la prima volta dopo oltre un anno e mezzo in una finale di un Challenger. L’ultima volta ci era riuscito nel gennaio 2018 a Canberra, dove ha poi conquistato anche il titolo. Domani alle ore 19 italiana Seppi affronterà Michael Mmoh (ATP 186), che si è imposto nel derby americano su JC Aragone in tre set. 

La partita era equilibrata sin dall’inizio. Fino al 5-4 a favore del francese entrambi i tennisti hanno portato a casa i loro turni di battuta, solo Couacaud nel terzo game ha dovuto annullare due palle break a Seppi. Nel decimo gioco il 24enne Couacaud ha invece strappato il servizio all’azzurro per il 6-4.

Nella seconda frazione di gioco Seppi è scappato subito sul 4-1. L’altoatesino però si è fatto rimontare, con il francese che ha vinto addirittura quattro game di fila per il 5-4. Nel game successivo il numero 77 del mondo ha dovuto annullare ben tre match point a Couacaud, pareggiando i conti sul 5-5. Poco dopo il set si è deciso nel tiebreak. Tiebreak dove Seppi è andato sotto per 2-0 e 5-4, ma alla fine l’ha spuntato l’altoatesino, che si è affermato con la sua quarta palla set per 10-8. 

Nel terzo set l’azzurro ex numero 18 del mondo ha allungato sul 2-0, incassando però il contro-break del 2-2. Nel settimo gioco Coaucaud ha piazzato un altro break, ma Seppi ha strappato subito il turno di battuta al francese per il 4-4. Poi l’altoatesino ha portato a casa il suo servizio e sul 5:4, 40:0 ha sprecato i primi tre match point. Dopo due ore e 42 minuti di gioco Seppi ha poi trasformato il quarto per il 6-4 finale.

A Cary, con il raggiungimento della finale, il caldarese ha già conquistato 48 punti ATP e 4.240 dollari di montepremi. Se il numero 77 del mondo dovesse vincere anche domani, conquisterebbe il suo nono Challenger in carriera.


Tutte le vittorie Challenger conquistate da Andreas Seppi

Bergamo 2008: +Julien Benneteau (FRA/59) 2:6, 6:2, 7:5
San Marino 2009: +Potito Starace (ITA/105) 7:6, 2:6, 6:4
Kitzbühel 2010: +Victor Crivoi (ROU/229) 6:2, 6:1
Bergamo 2011: +Gilles Muller (LUX/91) 3:6, 6:3, 6:4
Mons 2011: +Julien Benneteau (FRA/73) 2:6, 6:3, 7:6
Gröden 2013: +Simon Greul (GER/260) 7:6, 6:2
Gröden 2014: +Matthias Bachinger (GER/157) 6:4, 6:3
Canberra 2018: + Marton Fucsovics (HUN/85) 5:7, 6:4, 6:3
 
 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi