Seppi vince a Cary il suo 9° Challenger

Domenica sera Andreas Seppi ha vinto a Cary in North Carolina il suo 9° torneo ATP Challenger.

di Manuel Tabarelli | 15 settembre 2019

Il 25enne di Caldaro si è imposto nella finale del 54.160 dollari sullo statunitense Michael Mmoh (ATP 186), 14 anni più giovane di lui, dopo due ore e 25 minuti di gioco per 6-2, 6-7(4), 6-3.

Seppi era il grande favorito della vigilia. Infatti nella classifica mondiale occupa attualmente la 77° posizione, precedendo di ben 109 posti Mmoh. L’azzurro stasera è partito fortissimo, passando subito in vantaggio con due break per 4-0. Poi ha tenuto il suo turno di battuta, chiudendo dopo soli 39 minuti di gioco la prima frazione per 6-2. 

Molto più equilibrato era il secondo set. Seppi nel terzo game ha strappato il servizio al suo avversario, ma Mmoh ha risposto immediatamente con il rebreak. Cosi questa frazione si è decisa al tiebreak, vinto dall’americano per 7-4. 

Nel terzo set, Seppi ha annullato nel quinto game una palla break a Mmoh, poi gli ha tolto il turno di battuta per il 4-2, decidendo qui praticamente il match. Dopo quasi due ore e mezzo l’azzurro si è imposto per 6-3.

Seppi ha disputato oggi la sua 12° finale in un torneo Challenger. A Cary ha festeggiato, esattamente 20 mesi dopo il suo ultimo trionfo a Canberra, il 9° successo, incassando 7.200 dollari di montepremi e 80 punti ATP. 


Jannik Sinner gioca a San Pietroburgo

Il pusterese Jannik Sinner giocherà invece domani, lunedì nel tabellone principale dell’ATP 250 di San Pietroburgo. Il 18enne di Sesto Pusteria, che ha ricevuto una wild card per il main draw, troverà all’esordio un avversario molto tosto. Infatti Sinner sfiderà nel secondo match dopo le ore 15 locale Mikhail Kukushkin. Il 31enne kazako occupa attualmente la 57° posizione nel ranking mondiale ed è il numero 6 del tabellone a San Pietroburgo. Sinner, numero 128 delle classifiche mondiali, ritorna dopo due settimane di pausa nel circuito ATP. Sinner è reduce dall’eliminazione al primo turno degli US Open, dove si è dovuto arrendere allo svizzero Stan Wawrinka in quattro set. Il pusterese giocherà in Russia per la settima volta in carriera nel main draw di un torneo del circuito maggiore: il suo miglior risultato è il secondo turno raggiunto agli Internazionali d’Italia a Roma. Anche nell’ATP 250 a Budapest ed Umago l’azzurrino Next Gen si era qualificato per il secondo turno.


I 9 successi Challenger di Andreas Seppi

Bergamo 2008: +Julien Benneteau (FRA/59) 2:6, 6:2, 7:5
San Marino 2009: +Potito Starace (ITA/105) 7:6, 2:6, 6:4
Kitzbühel 2010: +Victor Crivoi (ROU/229) 6:2, 6:1
Bergamo 2011: +Gilles Muller (LUX/91) 3:6, 6:3, 6:4
Mons 2011: +Julien Benneteau (FRA/73) 2:6, 6:3, 7:6
Gröden 2013: +Simon Greul (GER/260) 7:6, 6:2
Gröden 2014: +Matthias Bachinger (GER/157) 6:4, 6:3
Canberra 2018: + Marton Fucsovics (HUN/85) 5:7, 6:4, 6:3
Cary 2019: + Michael Mmoh (USA/186) 6:2, 6:7(4), 6:3
 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi