Seppi eliminato nei quarti di New Haven

Venerdì sera Andreas Seppi è stato battuto nei quarti di finale dell’ATP Challenger di New Haven, torneo dotato di 162.480 dollari di montepremi. Il 35enne caldarese, testa di serie numero 1, si è dovuto arrendere allo statunitense Noah Rubin (ATP 195), dopo quasi due ore di gioco, in due tiebreak per 7-6(4), 7-6(4).

di Manuel Tabarelli | 06 settembre 2019

L’altoatesino, attuale numero 77 del mondo, aveva eliminato negli ottavi il canadese Peter Polansky (ATP 192) in tre set. Al secondo turno l’azzurro si è invece imposto sul 20enne padrone di casa Roy Smith (ATP 327). Oggi Seppi si è però dovuto arrendere al 23enne Noah Rubin, che già ieri ha avuto la meglio sulla testa di serie numero 7 svizzera Henri Laaksonen. 

Il primo set era molto equilibrato fino al 6-6. Solamente Seppi sul 3-3 ha avuto tre palle break, ma non è riuscito a trasformarli. Così questo primo set si è deciso, come già contro Smith e Polansky, nel tiebreak. Tiebreak dove Rubin è scappato subito sul 5-1, trasformando dopo 51 minuti di gioco il suo quarto set point per il 7-4.

Anche nella seconda frazione di gioco Rubin ha giocato un grande tennis, commettendo pochissimi errori soprattutto sul proprio turno di battuta. Nel settimo gioco Seppi ha sprecato una palla break, incassando poi nel game successivo il break del 5-3. Subito dopo l’altoatesino ha annullato due match point allo statunitense, conquistando il rebreak del 5-4. Poi entrambi i tennisti hanno portato a casa il loro servizio fino al 6-6. Nel tiebreak Seppi era già avanti per 4-2, poi Rubin si è aggiudicato cinque punti di fila per il 7-4 finale.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi