US Open: Sinner affronta all'esordio Matteo Viola

La prossima settimana Jannik Sinner giocherà il suo secondo torneo Grand Slam in carriera. Il tennista di Sesto Pusteria, che venerdì ha compiuto il suo 18° compleanno, sarà al via nelle qualificazioni degli US Open.

di Manuel Tabarelli | 18 agosto 2019

A New York Sinner affronterà all’esordio nel derby tutto italiano Matteo Viola (ATP 245). 

Il pusterese deve vincere tre partite sul cemento di Flushing Meadows per qualificarsi al main draw. Finora in carriera Sinner ha giocato sei tornei ATP, i suoi miglior risultati sono due ottavi di finale, ottenuti ad inizia maggio a Budapest ed un mese fa ad Umago. Due settimane fa l’azzurrino era impegnato nel Challenger di Aptos, dove è stato eliminato al secondo turno. La settimana precedente, Sinner aveva vinto il Challenger di Lexington. Questo era il suo secondo titolo Challenger in carriera, dopo quello vinto a metà febbraio a Bergamo.

Sinner giocherà a New York per la seconda volta in carriera in uno Slam, dopo essere stato eliminato ad inizio giungo nelle qualificazioni di Wimbledon al primo turno dall’australiano Alex Bolt. Piccolo dettaglio: la stella altoatesina Andreas Seppi ha debuttato nel 2004, proprio agli US Open, a 20 anni in uno dei quattro tornei più importanti del mondo. Il 35enne caldarese è invece già qualificato direttamente per il main draw di New York. 

Sinner, attuale numero 130 del ranking mondiale, se la vedrà al primo round con il suo connazionale italiano Matteo Viola. Il 32enne azzurro è il numero 245 del mondo ed in questa stagione ha giocato praticamente solo Challenger. Nessun precedente tra i due tennisti: Sinner e Viola si sfideranno o domani, lunedì oppure martedì.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi