-

Nella favola di Alcaraz c’è un pezzo di L’Aquila

Il neo-campione delle finali Next Gen, viene celebrato dall’Atp con un video che ne ripercorre la già stupenda carriera. Nel 2019 il Circolo tennis L’Aquila ha avuto il piacere di averlo, appena sedicenne, come atleta agli Internazionali “Città dell’Aquila | Aterno Gas & Power Tennis Cup”

di | 21 novembre 2021

Carlos Alcaraz

Il prodigio del tennis mondiale, Alcaraz, ha avuto trascorsi recenti anche in Abruzzo

Carlos Alcaraz è giovanissimo, ma già da anni viene considerato il nuovo prodigio del tennis mondiale. Pochi giorni fa si è anche laureato campione delle Next Gen Finals, e ora viene giustamente celebrato dall’Atp con un video che ne ripercorre la carriera, già costellata di successi.
Alcaraz ha anche trascorsi in terra abruzzese: nel 2019 il Circolo tennis L’Aquila ha avuto il piacere di averlo, appena sedicenne, come atleta agli Internazionali "Città dell’Aquila | Aterno Gas & Power Tennis Cup".

Un video, quello proposto dall'Atp, che ripercorre alcune tappe della carriera di Carlos Alcaraz. Tra cui quella di L'Aquila quando, appena 16enne, iniziava a mostrare le sue doti sui campi del capoluogo abruzzese. Era accompagnato dal suo allenatore, l’ex numero 1 del mondo (nel 2003) Juan Carlos Ferrero.

Oggi Alcaraz è numero 32 del ranking mondiale, ma due anni fa partecipò agli Internazionali di L'Aquila con wild card e da numero 583 della classifica mondiale. Nella circostanza, si fermò al secondo turno dopo una sconfitta (6-3, 4-6, 6-3) contro Frederico Ferreira Silva, certamente più esperto di lui.

All'epoca, Juan Carlos Ferrero, rilasciò anche belle dichiarazioni, che ricordiamo: “Per me è un piacere frequentare il circuito Challenger in veste di allenatore. Ci siamo trovati benissimo in questo torneo: le manifestazioni di alto livello sono importanti per la crescita di Carlos, come giocatore e come uomo. Io gli do tanti consigli, ci confrontiamo giorno dopo giorno. È chiaro che il ragazzo deve ancora migliorare tanto, ma siamo sulla buona strada”.

Strada buonissima, potremmo dire ora.

 

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti