-

Il boom (economico) del padel sul Sole 24ore

Il quotidiano di Confindustria intervista il presidente della Federazione Internazionale Luigi Carraro che spiega perché investire sullo sport più emergente del mondo: “Un campo costa solo15/20.00 euro e il fatturato medio per un circolo è tra i 3.000 e i 5.500 euro”

14 settembre 2020

Siamo in pieno boom del padel: il fenomeno salta agli occhi e attira l’attenzione del Sole24ore, all’indomani della prima tappa italiana del World Padel Tour, circuito professionistico del padel, disputata a Cagliari. L’autorevole quotidiano economico raccoglie alcuni dati sulle tendenze evolutive italiana e mondiale e intervista Luigi Carraro, presidente della Federazione Internazionale Padel, entusiasta promotore della disciplina: « Il Padel crea dipendenza perché è uno sport semplice: si entra in campo e si gioca subito. Questa immediatezza porta la gente ad avvicinarsi repentinamente al padel”.

L'Open di Sardegna ha fatto registrare un sold out con i biglietti della finale e con 376 posti distanziati secondo le norme anti Covid. Ma questi sono dettagli quando si va ad analizzare la situazione globale.

Sono 91 i paesi in cui si gioca a padel per un totale di 15 milioni di persone. In Europa il trend è cresciuto fino a raggiungere 8 milioni di giocatori, mentre in Sudamerica dove il padel si è sviluppato, ci sono 6 milioni di appassionati. Si sono già attuate aperture di nuovi mercati in Cina, Giappone e Australia.

Il padel è lo sport con il trend di crescita più rapido al mondo, in Italia sta spopolando tra ex calciatori e atleti di ogni genere. Si è sviluppato come una moda, ora è una realtà, scrive Gaia Brunelli. E Carraro aggiunge riferimenti importanti sul piano economico:

“Un evento come il World Padel Tour ha un prize money di circa 180 mila curo - spiega Carraro - poi c'è anche un livello superiore di tomeo, il Master, che ha un montepremi di 250 mila euro. In ogni caso la tappa del World Padel Tour qui a Cagliari ha un giro di affari di un milione e duecento mila euro circa”.

“Il padel sta crescendo a livello di praticanti e di campi – continua il presidente della Federazione Internazionale - In Italia 4 anni fa c'erano 50 campi, oggi ce ne sono 1600. I campi hanno una redditività molto alta perché il campo da Padel costa relativamente poco: montare un campo da padel costa tra i 15 e i 20mila euro e il fatturato medio dei circoli è tra i 3 e i 5,5 mila euro al mese”

Insomma in pochi mesi ci si ripaga dell'investimento fatto. I campi da padel hanno bisogno di poca manutenzione e sono molto piccoli. Ecco perché, scrive ancora gaia Bruinelli, oggi nei circoli si tende a sostituire un campo da tennis con 3 da padel.

Ma i giocatori professionisti quanto guadagnano?

«I più forti del mondo prendono tra i 500 e i 750 mila euro all'anno - racconta Carraro - parliamo di cifre ancora limitate. Di sicuro però in crescita. Ad esempio quest'anno Fernando Belasteguin, 41 anni, che ha vinto qui a Cagliari (in coppia con Agustin Tapia ndr) ha firmato un contratto di 10 anni con Wilson con cui farà gli ultimi anni da giocatore e poi diventerà loro ambassador. Quindi oggi succede che multinazionali di altri sport si interessino al padel perché i numeri sono molto appetibili per tutti. In Spagna, dove il padel spopola, su 100 racchette vendute dall'azienda Head 65 sono da padel e 35 da tennis».

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi