-

La Puglia il cuore pulsante del TPRA

Ben 461 presenze per Melbourne 2020, +40% rispetto allo scorso anno. Fabio Evangelista, fiduciario regionale: “Incremento degli iscritti nella Bat e a Brindisi”

06 febbraio 2020

La Puglia si conferma una delle regioni più attive nel TPRA, branchia del tennis riservata agli atleti amatoriali. Dopo un 2019 spumeggiante, che ha portato Fabio Evangelista a ricevere il premio come miglior fiduciario italiano durante le Epic Finals di Milano, il nuovo anno è partito con un ulteriore incremento di fighters. Il primo slam della stagione, Melbourne 2020, ha visto la partecipazione di 461 tra tenniste e tennisti: ben 132 in più rispetto allo scorso anno (+40%), quando i fighters iscritti in tutta la regione furono 329. La tappa più gettonata resta quella barese: sono stati 157 gli iscritti al torneo organizzato sui campi dell’Angiulli Bari. Il titolo All Stars è andato a Massimo Fortunato, mentre S. Ventura e S. De Leo si sono aggiudicati rispettivamente i titoli open maschile e femminile. Al secondo posto si piazza Brindisi con 126 iscritti, seguono Bat con 100 partecipanti, Lecce (44 iscritti) e Taranto (34 iscritti).

“Abbiamo ottenuto un grande risultato – spiega Fabio Evangelista, fiduciario regionale TPRA -, superare gli iscritti del 2019 non era facile ma siamo riusciti a coinvolgere nuovi fighters. Il risultato più importante è quello ottenuto nella Bat, ringrazio la nuova coordinatrice Diana Pinto per l’impegno e la dedizione con la quale ha gestito la competizione. Anche la provincia di Brindisi continua a sostenere il movimento pugliese con numeri incredibili”.

Archiviato il primo grande appuntamento della stagione, gli addetti ai lavori sono alle prese con l’organizzazione del circuito “Gazzetta TPRA Challenge”, manifestazione che decreterà i giocatori qualificati per la fase nazionale disputata al Foro Italico. Nel 2019 furono 250 i tennisti pugliesi che si sfidarono nel master regionale sui campi dell’Angiulli Bari: “L’atto finale del circuito sponsorizzato dalla Gazzetta dello Sport è stato il fiore all’occhiello dell’annata 2019 – conclude Evangelista -. Vedere più di 200 tennisti sfidarsi e divertirsi in un circolo storico come quello dell’Angiulli Bari ci ha fatto capire quanto è radicato il movimento del TPRA nella nostra regione. Siamo pronti per allargare la partecipazione al master, incrementando il numero dei tornei di qualificazione in tutta la regione”.



Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi