-

Serie A1 maschile, gare casalinghe a Giugliano per il New Torre del Greco

Il club napoletano neo promosso schiera, tra gli altri, gli spagnoli Bautista Agut, Garcia Lopez e Gutierrez Ferrol

di Maria Grazia Ciotola | 11 ottobre 2019

Il New Torre del Greco unisce Napoli Nord e Napoli Sud in un ideale abbraccio di tennis. Domenica 13 ottobre parte l’avventura del club corallino nella serie A1, un campionato a lungo inseguito, spesso sfiorato e l’anno scorso conquistato meritatamente. Quello che non accade nel calcio (la Turris è ancora tra i dilettanti), accade invece nel tennis, quindi: il club vesuviano è tra le 16 migliori squadre d’Italia e proverà a inserirsi per la lotta allo scudetto tricolore. Per l’occasione, il New Torre del Greco ha scelto di disputare le tre partite casalinghe del girone eliminatorio (gruppo 3) a Giugliano, sui campi della neonata Accademia Tennis Giugliano, nella nuova struttura polifunzionale dell’Anthares. Venticinque chilometri tra la sede dei corallini e il nuovo impianto con campi coperti, con l’ideale obiettivo di unire gli appassionati a Sud di Napoli (zona vesuviana) e a Nord della città, come appunto Giugliano in Campania. Per la prima in casa di domenica prossima alle 10 contro l’Angiulli Bari (ingresso gratuito) si ritroveranno gli appassionati e tifosi storici di Torre del Greco, insieme con i nuovissimi di Giugliano, che ospita per la prima volta una competizione di tennis di così alto livello. Le altre avversarie del girone della squadra torrese sono Massa Lombarda e Park Genova.
I corallini si presentano con una formazione “latina”, visto che in rosa c’è il top ten mondiale, lo spagnolo Bautista Agut, e con lui i connazionali Garcia Lopez (ex n.23) e Gutierrez Ferrol (156), tutti tennisti esperti e di qualità, soprattutto sulla terra battuta. In squadra ha fatto il suo ingresso anche l’azzurro Gianmarco Moroni (vicino ai top 200), che si allena in Spagna, oltre all’esperto doppista croato Skugor. Ed è arrivato anche il solido austriaco Miedler (204). Con loro i tennisti campani fedelissimi e legatissimi alla maglia torrese: Raul Brancaccio (che si allena anche lui in Spagna e top 300 del mondo), Giovanni Cozzolino, Gennaro Orazzo, Filippo Palumbo, Antonio Mastrelia, Raffaele Barba e Andrea Vallefuoco. Capitani Ciro Cardone e Alessio Concilio. “Siamo una squadra giovanissima e unita, che si è rinforzata in tutti i settori perché punta a non fare la comparsa in questa competizione. Crediamo nei campionati a squadre, lo dimostra l’impegno che ogni anno ci mettiamo per allestire le nostre formazioni. L’A1 è una bellissima vetrina per il tennis agonistico, una passione che coinvolge anche tanti sportivi che si sentono rappresentati dalla squadra della propria città”, ha spiegato Filippo Palumbo, giocatore e manager del New Torre del Greco.
Dopo la prima in casa, il Torre del Greco sarà di scena in trasferta il 20 e il 27 ottobre a Massa Lombarda e a Genova. Nel girone di ritorno, ancora una trasferta a Bari, il 1 novembre; poi, chiusura con due match casalinghi, a Giugliano: il 3 e il 17 novembre, rispettivamente con Massa Lombarda e Genova.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi