-

Il Ct Bologna punta su Gaio, per la 'prima' in A1

Il 27enne faentino, protagonista di un ottimo 2019, è il rinforzo del Circolo Tennis Bologna per affrontare l’esordio in Serie A1. Nel Girone 2 con Parioli, Selva Alta Vigevano e Trento non sarà facile, ma il team è fra i più affiatati dell’intero campionato

11 ottobre 2019

A chi poteva affidarsi una squadra di Bologna per il debutto in Serie A1? Al miglior tennista dell’Emilia Romagna, ovviamente. È nato così il matrimonio fra il Circolo Tennis Bologna e Federico Gaio, sposi sull’altare di un Campionato che i bolognesi si sono conquistati con le unghie e con i denti lo scorso dicembre, in un play-off dall'andamento 'folle' contro il Ct Reggio Emilia. I più forti alla fine si sono rivelati i bolognesi e adesso si preparano all’esordio di una categoria nuova, nel Girone 2 insieme a Tennis Club Parioli, Selva Alta Vigevano e Ata Trentino.

Sarà una sfida molto impegnativa per i ragazzi di Wolfgang Fossa Huergo, che oltre al neo-acquisto Gaio, 27enne faentino n.153 Atp e protagonista di un ottimo 2019, può contare anche su un altro giocatore coi fiocchi come l’austriaco Dennis Novak, arrivato a un soffio dalla top 100 lo scorso giugno. Insieme a loro il quartetto che ha trascinato il team negli ultimi anni, con i 2.2 Marco Pedrini e Luca Pancaldi, più Fabio Mercuri e Manuel Righi, schierabili in qualità di elementi del vivaio come i 2.5 Baldisserri e Montebugnoli.

L’impressione è che proprio dal rendimento del loro numero 3 e del numero 4 passeranno le chance dei bolognesi di evitare i play-out, che attendono la terza e la quarta classificata di ogni girone. Il campionato scatta domenica 13 a Vigevano, in provincia di Pavia, contro il Selva Alta Sporting Club, mentre l’esordio casalingo è fissato per il 20 ottobre contro il Tennis Club Parioli, finalista nelle ultime due edizioni dell’A1. I romani saranno più determinati che mai per conquistare uno scudetto che manca dal 1942, ma il Ct Bologna sa come farsi trovare pronto. Di sicuro con un Gaio in più.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi