-

A1 maschile, Lo Sporting Club Sassuolo adesso ci crede

Dopo un 2018 di assestamento in una categoria impossibile da immaginare solo cinque anni fa, lo Sporting Club Sassuolo prova a ritagliarsi un ruolo da protagonista anche in Serie A1. Con Stefano Napolitano come leader, la new entry Rondoni e un Dalla Valle mai così competitivo in passato

08 ottobre 2019

Solo cinque anni fa lo Sporting Club Sassuolo era in Serie C, con un team costruito in casa che non avrebbe mai immaginato di diventare un giorno una delle sedici squadre di Serie A1, il massimo campionato nazionale. Un sogno diventato però realtà nel 2018 e che si ripeterà quest’anno, a dodici mesi dalla salvezza agguantata con i denti nei play-out contro il Tc Genova 1893 e con una formazione rinforzata sotto più aspetti. Il principale è l’innesto del piemontese Pietro Rondoni, numero 542 del mondo, ma va sottolineata anche la crescita di tutti gli altri.

Enrico Dalla Valle, per esempio, sta vivendo la sua miglior stagione in carriera e dopo aver vinto ben quattro Futures pare pronto per il “salto” a livello Challenger, mentre il giovane under 18 Michele Vianello – in campo in qualità di elemento del vivaio insieme a Giulio Mazzoli – ha vissuto una splendida estate nei tornei Open, inanellando un titolo dopo l’altro. Significa che il numero 1 Stefano Napolitano, chiamato al ruolo di trascinatore, potrà contare su dei compagni di livello, anche perché non bisogna dimenticare la presenza in rosa degli esperti Filippo Leonardi e Davide Della Tommasina, sempre pronti in caso di necessità.

Lo Sporting Club Sassuolo è stato inserito nel Girone 1 insieme ai due volte campioni nazionali del Tennis Club Italia (Forte dei Marmi), al Tennis Club Crema e alla neopromossa Matchball Siracusa, avversaria (in trasferta) nella prima uscita di domenica 13 ottobre. I duelli casalinghi, invece, sono in programma per domenica 20 ottobre, venerdì 1 novembre e domenica 17 novembre. In una stagione che a Sassuolo ha visto venir meno il classico Futures maschile, quale occasione migliore per rilanciare? E questa volta lo Sporting ci crede davvero.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi