-

È emiliano il campione del mondo dei medici

Si chiama Riccardo Govoni ed ha conquistato due titoli iridati nel World Medical Tennis Society Championship 2019 disputato in Lituania

11 settembre 2019

L'Emilia Romagna ha un campione del mondo di tennis molto particolare. Il modenese, parmigiano d'adozione, Dottor Riccardo Govoni.

Il classe '84 emiliano, che è il numero 1 del mondo nella sua categoria professionale, ha conquistato due titoli iridati nel World Medical Tennis Society Championship 2019 (il Campionato mondiale aperto a medici e odontoiatri) disputato in Lituania a Vilnius.

Govoni ha trionfato sia nel singolare Open e che nel doppio misto Open (in coppia con la finlandese Lotta Immeli) e ha colto la finale pure nel doppio maschile Open (in coppia con l'ungherese Istvan Degrell). Nel torneo di singolare Govoni ha sconfitto 7-5 6-4 in una finale molto equilibrata il radiologo ceco Thomas Fiala (classe 1972 ed ex Top 500 Atp). Il dottore emiliano raggiunge così le 13 medaglie d'oro in totale (categoria Open): 4 in singolare e 9 in doppio (6 maschile e 3 misto). Govoni ha partecipato alle ultime 8 edizioni dei Mondiali, dal 2012 al 2019. Facendolo ha girato il mondo: partito da Cervia, è andato a Jurmala (Lettonia), poi a Bali (Indonesia), a Rotterdam (Paesi Bassi), Lima (Perù), Plzen (Repubblica Ceca), La Valletta (Malta) e infine proprio a Vilnius (Lituania).

In campo trecento fra medici e odontoiatri a Vilnius

Come detto, Riccardo Govoni è modenese di nascita, ma si è trasferito con la famiglia a Parma alla fine degli anni '90. Ha iniziato a giocare a tennis da bambino col padre Marcello, maestro nazionale ora in pensione. L'emiliano è medico di medicina generale e ha l'ambulatorio a Massenzatico (Reggio Emilia). Mancino e dotato di buoni fondamentali, dice di adattare il suo tennis alle diverse superfici di gioco e ama spesso chiudere i punti a rete. Ha una classifica federale di 2.7 (il suo best è 2.5) e fa parte della squadra del Tc Parma che milita nel Campionato nazionale di Serie C. 

Il World Medical Tennis Society Championship 2019 è stata l'edizione numero 49 del Campionato mondiale di tennis riservato a medici e odontoiatri (il primo 'incontro' si tenne a Monte-Carlo nel 1971). 44 i titoli assegnati, suddivisi in 5 sezioni: 10 per singolare e doppio maschile (Open e dall'over 40 all'over 80), 7 per singolare e doppio femminile (Open e dall'over 40 all'over 65), 9 per il doppio misto (Open e dall'over 40 all'over 75) più il trofeo a squadre. A Vilnius si è giocato sulla terra battuta (sul cemento indoor nelle giornate di pioggia) e hanno partecipato circa 300 medici e odontoiatri. La cosa divertente è che sono stati organizzati anche tornei per gli accompagnatori: mariti, mogli e figli provenienti da tutto il mondo. Una trentina i rappresentati azzurri dell'AMTI (Associazione Medici Tennisti Italiani). Per l'Emilia Romagna, oltre a Govoni, erano presenti due over 65, il bolognese Antonio Ajuti, già pluricampione mondiale di specialità, che ha raggiunto la finale, e il neofita reggiano Nemesio Gherpelli. Il Mondiale dei tennisti, durante il quale si tiene anche un importante congresso con focus sulla medicina sportiva, è anche un'occasione per lo scambio di idee e opinioni tra i diversi medici e odontoiatri. Categoria nella quale Riccardo Govoni è un numero uno.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi