-

Gli under toscani a caccia degli scudetti

Sono ben 32 i giocatori toscani qualificati per i campionati italiani giovanili. In Toscana si gioca al Ct Lucca (under 13 femminile), At San Vincenzo (under 14 femminile) e Ct Giotto Arezzo (under 16 maschile)

di Vezio Trifoni | 03 agosto 2019

Dopo la conclusione dei campionati toscani giovanili sono ben 32 i giocatori che hanno staccato il pass per i campionati italiani nelle rispettive categorie. Tra l'altro ben tre competizioni si disputeranno proprio in Toscana: l'under 13 femminile si giocherà al Circolo Tennis Lucca (dal 6 all'11 agosto), l'under 14 femminile all'At San Vincenzo e i campionati italiani under 16 maschili al Circolo Tennis Giotto Arezzo dal 2 all'8 settembre.

"Ben tre sedi delle otto dei campionati italiani giovanili sono nella nostra regione - spiega Luigi Brunetti presidente della Federtennis Toscana - dopo la conclusione dei campionati toscani ora i ragazzi andranno a giocare i tabelloni nazionali. Sarà un modo per capire il livello di gioco e soprattutto per confrontarsi con atleti da tutta Italia. Ringrazio il Ct Lucca, l'At San Vincenzo e il Ct Giotto Arezzo che organizzeranno queste tre finali e sono sicuro che saranno settimane di ottimo tennis e soprattutto un modo per valorizzare il territorio con tanti giovani provenienti da tutte le regioni italiane".  

Nell'under 11 - la sede è il Centro Estivo di Serramazzoni (6-11 agosto) - cercheranno di conquistare lo scudetto tricolore Mario Tizio (Asd Pincopallino), Niccolò Chelli (Ct Grosseto) Lorenzo De Vizia e Raffaele Ciurnelli, entrambi del Giotto Arezzo, al maschile. Mentre al femminile si sono qualificate Viola Cossari (Fiorita)  Anna Rozzi (Tc Bisenzio) Francesca Ricci (Ct Lucca) e Sabrina Baranovschi (Mantoflex). Gli under 12 come consuetudine saranno impegnati alla Coppa Porro Lambertenghi che si svolgerà al Tc Bonacossa Milano (2-8 settembre) e per la Toscana saranno in gara Giacomo Bertini (La Fiorita), Duccio Caciolli (Sc Montecatini) e Leonardo Morrison Md (Ct Lucca) tra i maschi e Vanessa Fratila (Ct Pontedera), Ludovica Pierro ed Elisa Petroni del Ct Lucca nel tabellone femminile. 
Al Ct Lucca di Vicopelago, che ospiterà anche le finali del campionato di serie A1 a dicembre, si terrà l'atto conclusivo dell'under 13 femminile (6-11 agosto) con Valentina Tardelli (Tc Il Punto), Valeria Casile (coop Livorno) e le due atlete di casa Sofia Scatola e Anastasia Bertacchi che cercheranno di essere protagoniste sui campi del loro club. All'Avezzano Tennis Team saranno invece impegnati i maschi: in campo Leonardo Stolfi (Tc Pisa), Michele Rosi (Ct Grosseto), Lorenzo Ghilarducci e Niccolò Graziani del Tc Italia. Sempre in terra toscana ma all'At San Vincenzo (2-8 settembre) saranno protagoniste le under 14 proveniente da tutta Italia. A difendere il Granducato ci saranno Gaia Montecchi (Match Ball Firenze), Bianca Caselli (Ct Firenze) e Denise Ponzecchi (The Village). L'under 14 maschile si terrà in terra veneta con la competizione “Trofeo Federico Luzzi” presso la Scuola Tennis Montecchia. In campo a difendere i colori bianco rossi toscani Gianluca Carlini (The Village) e i due giocatori del Ct Lucca Emanuele Fedeli e Mattia Bertocchini.  

Nell'under 16 maschile (2-8 settembre) tutto il tifo sarà per Francesco Rossi che giocherà questi campionati italiani nel proprio circolo: il Ct Giotto Arezzo. Gli altri due qualificati toscani sono Mattia D'Orazi (Ct Etruria Prato) e il campione regionale Niccolò Baroni (Tc Prato) per una manifestazione che si preannuncia molto bella e di altissimo livello. Al femminile Silvia Alysa Pommarolli (Ct Mantoflex), Alice Spagnoli (Tc Livorno) ed Erica Segoni (Tc Bisenzio Prato) saranno invece impegnate al Tennis Rovereto. "Abbiamo diversi giocatori, sia al maschile che al femminile, che potrebbero essere protagonisti a questi campionati italiani - dice Romeo Tanganelli, responsabile attività giovanile della Federtennis Toscana - il movimento continua ad essere vivo e grazie ai tanti raduni che abbiamo fatto grazie al tecnico regionale Thomas Tenconi e ai fiduciari provinciali siamo riusciti a far giocare tanti ragazzi. Quelli che si sono qualificati sono senz'altro pronti per queste sfide e per gli altri c'è la possibilità di farlo attraverso le qualificazioni".

 

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi