-

Padel: l’Aniene vince lo scudetto dei fenomeni

Il sesto titolo consecutivo per il circolo della Capitale arriva dopo un match di spareggio con l’Orange Padelclub che ha visto opposti in campo Pablo Lima n.4 del mondo e Fernando Belasteguin n.7

di Matteo Mosciatti | 26 luglio 2020

Il Circolo Canottieri Aniene 1892 è campione d’Italia di padel per il sesto anno consecutivo. La squadra romana ha battuto 3-2, al doppio di spareggio, l’Orange Padelclub, altro team della capitale,  sul campo centrale del Padel Paradise nella finale del campionato di Serie A MINI, confermando il titolo.

Nel primo match di giornata Lucas Bergamini e Lucas Campagnolo hanno lasciato un solo game a Simone Cremona e Manuel Rocafort, firmando il vantaggio dell’Aniene. Poi il pareggio Orange grazie al successo di Chiara Pappacena ed Ariana Sanchez contro Carolina Orsi e Gemma Triay con il punteggio di 7-6 6-4.

Pronostici rispettati nelle due partite successive: Fernando Belasteguin e Denis Perino (Orange) hanno sconfitto 6-2 6-0 Michele Bruno e Pablo Lima, mentre Martin Di Nenno e Juan Restivo (Aniene) non hanno lasciato scampo a Marcelo Capitani ed Aris Patiniotis (6-3 7-5). Pareggio 2 a 2, quindi, e doppio di spareggio per decretare i vincitori.

Lucas Campagnolo e Pablo Lima da una parte, Fernando Belasteguin e Denis Perino dall’altra: l’incontro decisivo ha evidenziato la straordinaria qualità dell’evento, ricco di stelle e di vere e proprie icone del World Padel Tour. Con il risultato di 6-3 6-3 è stato l’Aniene a trionfare, nonostante i lampi di classe di Belasteguin.

Sono davvero contento - ha raccontato dopo la premiazione Pablo Lima, n.4 nel ranking WPT -. Sapevamo che sarebbe stata dura, aver vinto al doppio di spareggio è stato molto emozionante. Voglio fare i complimenti a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo splendido evento: hanno partecipato grandissimi campioni, questo conferma l’impressionante crescita del padel in Italia”.

Estremamente soddisfatto anche Luigi Carraro, presidente della Federazione Internazionale Padel: “La fase finale di questo campionato ci rende orgogliosi. Abbiamo visto sfidarsi molti dei migliori giocatori del mondo, ciò non sarebbe stato possibile senza il lavoro quotidiano della Federazione Italiana Tennis, che ha aiutato il padel a svilupparsi in maniera incredibile. Quello che una volta era considerato un gioco è diventato uno sport con la S maiuscola”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi