-

Vicenza va a caccia dello scudetto con uno squadrone

Presentata a Palazzo Trissino la nuova ambiziosa formazione di A1 che comprende Marco Cecchinato, Thomas Fabbiano e lo sloveno Aljaz Bedene

06 luglio 2020

Da sala degli Stucchi di Palazzo Trissino inizia la nuova sfida in serie A1 di Tennis Comunali Vicenza.

A fare gli onori di casa l’assessore allo sport Matteo Celebron: “C’é grande soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale per l’impegno e gli ottimi risultati raggiunti dalla società Tennis Comunali, dopo quelli calcistici del Lanerossi Vicenza – ha esordito – Un altro traguardo positivo dello sport vicentino che contribuirà a portare il nome della nostra città in giro per l’Italia. Mi complimento con gli atleti e auguro alla squadra una buona partenza. Ringrazio la società per l’ottimo lavoro che sta svolgendo nella struttura comunale e per il prezioso servizio di qualità offerto alla cittadinanza, in particolare ai giovani, con l’obiettivo di innalzare il livello dello sport a Vicenza”.

A rappresentare la Federtennis il vice presidente nazionale Gianni Milan: “Con piacere ed orgoglio sono qui alla presentazione della squadra di serie A1 di Tennis Comunali Vicenza, l’unico circolo del Veneto a prendere parte al massimo campionato organizzato dalla Federtennis, che mi onoro di rappresentare – ha dichiarato – Non è stato facile arrivare a questo giorno che rappresenta un momento dal significato speciale. Per il circolo presieduto da Enrico Zen che, per la prima volta nella sua storia decennale, si misurerà con le migliori squadre italiane raggiungendo un’eccellenza che poche società cittadine e della nostra provincia possono vantare. Ma è un ritorno in campo importante anche per la nostra Federazione, tra le prime a riprendere l’attività dopo i lunghi mesi di stop forzato a causa del lockdown”.

“Mi congratulo con Tennis Comunali Vicenza, l’unico circolo veneto in serie A1 – sottolinea il delegato provinciale del Coni Giuseppe Franco Falco – Secondo i dati del Coni nel tennis c’è stato un notevole incremento nel numero dei praticanti e dei tesserati: quantità, a cui si associa anche la qualità come del resto testimonia il circolo presieduto da Enrico Zen, una delle eccellenze della nostra provincia sportiva a cui auguriamo di prendersi nuove soddisfazioni”.

E la parola è proprio per il presidente di Tennis Comunali Enrico Zen: “La serie A1 che abbiamo conquistato lo scorso dicembre al termine di una cavalcata vincente è un risultato che riempie di orgoglio il circolo che rappresento, e che il prossimo 31 agosto festeggerà il suo decennale, ma credo senza presunzione anche un’intera città. Avere al mio fianco, ancora una volta, l’Amministrazione comunale è la testimonianza dell’apprezzamento del nostro lavoro, rivolto innanzi tutto ai giovani che sono il futuro a cui guardare, e soprattutto la spinta ad andare avanti su questa strada. Pur in un anno difficile, con la pandemia da Covid-19 che ci ha costretto per mesi ad interrompere l’attività, ripartiamo con nuovo slancio in un campionato che si annuncia difficilissimo, in cui però proveremo a regalare nuove soddisfazioni ai nostri sostenitori e a tutto lo sport vicentino”.

“In tempi record siamo riusciti ad allestire una formazione che, alla rosa della passata stagione, ha aggiunto tre punte di diamante – ha proseguito Zen - stiamo parlando di Marco Cecchinato, già n. 16 del mondo e finalista al Roland Garros nel 2018, di Thomas Fabbiano, ex n. 70 della classifica ATP e Aljaz Bedene, oggi 61 del mondo, arrivato ad occupare anche la 43^ posizione del ranking. Con loro un altro nuovo acquisto di qualità, Pietro Rondoni, e poi le conferme che hanno il volto dei nostri giovani: Gabriele Bosio, Giovanni Peruffo, Tommaso Dal Santo, Marco Carretta e i giovanissimi Simone Fucile e Tommaso Bertuzzo. Una sfida resa possibile grazie al sostegno degli sponsor, che ringrazio per la fiducia in Tennis Comunali e nei valori dello sport più autentico che portiamo avanti, ogni giorno, con passione e con il sudore di chi è abituato a scendere in campo per lottare per un traguardo. Nel tennis, sport individuale, si è da soli, io invece ho la fortuna di avere al mio fianco una grande squadra, di cui fanno parte anche il sindaco Rucco e l’assessore Celebron al quale consegno la nostra maglietta ringraziandoli per quanto ci hanno aiutato a fare in questi anni per rendere il circolo un fiore all’occhiello tra gli impianti della città (e non solo)”.

“Un grazie, immancabile e sentito, alla Federtennis – ha concluso il presidente del sodalizio vicentino - qui rappresentata dal vice presidente Gianni Milan che, lasciandosi alle spalle le incertezze e le difficoltà del periodo che abbiamo tutti vissuto, ha deciso di far partire i suoi campionati perché anche dallo sport arrivi un messaggio di speranza e di normalità. E, allora, che l’avventura abbia inizio, con una A rigorosamente maiuscola! ".

Tennis Comunali Vicenza debutterà domenica 5 luglio in trasferta, sui campi senesi del TC Sinalunga, contro cui due anni fa perse i playoff, per poi ospitare Crema e Genova, quest’ultima avversaria anche nella passata stagione.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi