-

Assoluti a Todi: sfida Sonego-Musetti nei quarti. La Paolini si salva in rimonta

Il torneo torna dopo 16 anni e incoronerà i nuovi campioni d’Italia. Promossi ai quarti anche Gaio e Giustino tra gli uomini. Le azzurre di Fed Cup Paolini, Trevisan e Cocciaretto protagoniste tra le donne. Diretta tv in chiaro sul digitale terrestre del canale della FIT e sul satellite di Sky Sport Arena. Le partite sul grand stand live sulla pagina Facebook di SuperTennis

25 giugno 2020

Una sfida tutta da gustare quella che venerdì nei quarti dei Campionati Italiani Assoluti vedrà opposti Lorenzo Sonego e Lorenzo Musetti, rispettivamente testa di serie numero 1 e 8 (il match sarà trasmesso in diretta su SuperTennis). Il torneo è in programma fino a domenica 28 giugno al Tennis Club Todi 1971 sulla terra rossa. Sonego, 25enne torinese, azzurro di Coppa Davis e numero 46 del ranking mondiale, ha sconfitto per 63 62 il 20enne comasco Federico Arnaboldi. Musetti si è sbarazzato sempre in due set di Marco Bortolotti: doppio 64 per il 18enne di Carrara, campione agli Australian Open junior nel 2019. Due match a senso unico in cui il piemontese e il giovane toscano hanno controllato gli scambi senza mai rischiare nulla.

Nella prosecuzione dell’incontro interrotto ieri sera per oscurità Federico Gaio, seconda testa di serie e numero 130 del ranking Atp, ha battuto al match tie break il 18enne Luciano Darderi per 62 36 10-7 qualificandosi ai quarti. Promosso ai quarti, e sempre al match tie break, anche Gian Marco Moroni, numero 6 del seeding: 62 6-3 10-7 a Raul Branciaccio. Fuori al secondo turno Thomas Fabbiano, sconfitto in due set da Andrea Vavassori: 76 (4) 64 per il 25enne piemontese, numero 119 del raking Atp di doppio. Avanti anche Gian Marco Moroni, che ha battuto Raul Brancaccio con lo score di 36 63 10-7.

Nel torneo femminile grande rimonta della numero uno del tabellone Jasmine Paolini, numero 95 del ranking Wta, che si è trovata sotto 64 5-1 contro la 17enne Matilde Paoletti, al via grazie ad una wild card: 46 76 (4) 10-6 per la l’azzurra di Fed Cup. Molto fallosa ed imprecisa per gran parte del match, la Paolini si è svegliata appena in tempo, complice anche la rivale che sul più bello si è bloccata accusando la tensione. Fuori a sorpresa, invece, Jessica Pieri, eliminata dalla qualificata Nicole Fossa Huergo (76 64). Prosegue la marcia dell’altra qualificata, Nuria Brancaccio, che ha sconfitto Eleonora Alvisi (63 61).

Vavassori: “Ho un’identità diversa dagli altri singolaristi” - Ottima la performance del piemontese classe ’95: “È stata una bella battaglia. Lui è un avversario molto difficile da affrontare, tiene i piedi molto vicini al campo. Ho gestito bene i momenti complicati della partita nonostante il break di svantaggio due volte nel primo set. Sto facendo fatica a partire, ma sono rimasto positivo e ho sfruttato le occasioni. Le mie qualità da doppista? Penso che lo stile di gioco del doppio mi abbia aiutato a costruirmi un’identità da singolarista diversa dagli altri. E poi fisicamente mi sento davvero bene”.

Gaio: “Splendido periodo per il tennis italiano” - A Federico Gaio la prosecuzione del match interrotto per oscurità mercoledì sera: battuto 62 36 10-7 Luciano Darderi. “Già giocare una partita in due giorni non è mai facile, in più siamo reduci da una lunga sosta che complica ulteriormente le cose. Sono contento di come sono entrato in campo e del risultato ottenuto”. All’orizzonte la sfida contro Andrea Arnaboldi: “Gioca molto bene, è mancino ed esprime un tennis aggressivo. Cercherò di fare tutto quello che è nelle mie possibilità: sto cambiando molte cose in questo periodo per alzare il mio livello, mi sento fiducioso”. In conclusione il numero 130 ATP si è soffermato sull’esaltante periodo del tennis azzurro: “Sicuramente il movimento italiano sta crescendo giorno dopo giorno con tantissimi ragazzi, è evidente. A partire da Matteo Berrettini e Fabio Fognini ci trasciniamo a vicenda, con tanti top 100 e ragazzi più giovani che giocano benissimo. È un periodo splendido per il nostro tennis, speriamo di raggiungere tutti il massimo di cui siamo capaci”.

Rubini: “Contenta dell’esordio” - Nel tabellone femminile fa la voce grossa Stefania Rubini, che si è imposta su Bianca Turati con un netto 62 60: “Onestamente non mi aspettavo un esordio così convincente. In allenamento ho lavorato su certe cose, avevo l’obiettivo di portarle in campo e ci sono riuscita: sono davvero contenta. Rispetto ad altre situazioni, secondo me qui siamo tutte sulla stessa barca dal punto di vista della condizione: ci sarà da lottare”.

Risultati tabellone principale maschile:
Secondo turno
(2) Federico Gaio b. Luciano Darderi 62 36 10-7
Andrea Vavassori b. (3) Thomas Fabbiano 76 (4) 64
(6) Gian Marco Moroni b. Raul Brancaccio 36 63 10-7
(1) Lorenzo Sonego b. (q) Federico Arnaboldi 63 62
(8) Lorenzo Musetti b. Marco Bortolotti 64 64

Risultati tabellone principale femminile:
Primo turno
Stefania Rubini b. Bianca Turati 62 60
(q) Nicole Fossa Huergo b. Jessica Pieri 76 (5) 64
(q) Nuria Brancaccio b. (wc) Eleonora Alvisi 63 61
(1) Jasmine Paolini b. (wc) Matilde Paoletti 46 76 (4) 10-6

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi