-

Tennis "ufficiale", tennis sicuro. Ecco i protocolli anti Covid-19 adottati al Tc Todi

Ai Campionati Italiani Assoluti la priorità è garantire la sicurezza di personale, atleti e pubblico. Numero contingentato di spettatori: massimo 109 per ciascuna sessione. Prima e dopo ogni match tutti gli arredi in campo vengono sanificati e le sedie dei giocatori sono posizionate su lati opposti del campo. Il tennis “vero”, quello che si sta giocando a Todi e nel resto d’Italia e che si giocherà sotto l'egida ATP e WTA dal 3 agosto, è all’insegna delle misure sanitarie concordate con le autorità scientifiche

02 luglio 2020

Ai Campionati Italiani Assoluti è cominciato il tabellone principale maschile e l’organizzazione di MEF Tennis Events e della Federazione Italiana Tennis continua a lavorare rispettando le seguenti normative.

Le disposizioni - Nel rispetto del divieto di assembramento previsto dall’art. 1, comma 8, primo periodo, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e nel rispetto del protocollo emanato dalla Federazione Italiana Tennis, la priorità è garantire la sicurezza di personale, atleti e pubblico.

I Campionati Italiani Assoluti accolgono un numero contingentato di spettatori nella misura di un massimo di 109 persone per ciascuna sessione (mattutina o pomeridiana) del torneo in corso presso il Tennis Club Todi 1971. Di seguito le misure di sicurezza:

1. È consentito l’accesso ad atleti, staff e spettatori con obbligo di indossare la mascherina nei locali chiusi e sulle tribune.
2. È consentito l’accesso esclusivamente a soggetti con temperatura corporea inferiore a 37.5 gradi.
3. Sono presenti gel igienizzanti all’ingresso del sito e in tutte le aree di transito.
4. La prenotazione del biglietto viene effettuata tramite un sistema di prenotazione online per evitare assembramenti e file in loco.
5. Ciascun acquirente può acquistare un massimo di 4 biglietti indicando obbligatoriamente il nome e cognome di chi occuperà ciascuno di essi.
6. I posti sono numerati e posizionati ad un metro di distanza ciascuno.
7. Il pubblico transita in percorsi prestabiliti di entrata e di uscita.
8. Ciascuno spettatore occupa il posto assegnato, distante 1,10 metri dagli altri posti occupati, e lo lascia a sessione terminata, transitando immediatamente verso l’uscita.
9. Dopo ogni sessione il personale addetto provvede alla sanificazione delle tribune attraverso vaporizzatori ed igienizzanti certificati.
10. Personale di sicurezza, protezione civile e personale medico sono presenti per tutta la durata della manifestazione per gestire i flussi di ingresso e di uscita di atleti, tecnici e spettatori.
11. Prima e dopo ogni match tutti gli arredi in campo vengono sanificati. Prima e durante il match l’arbitro dà tutte le istruzioni ai giocatori tenendosi a distanza di sicurezza, anche quando scende dalla sedia per controllare il segno. I membri dello staff dei campi mantengono 2 metri di distanza. Le sedie dei giocatori sono posizionate su lati opposti del campo.
12. Gli spettatori, i giocatori e lo staff di campo sono invitati a non toccare le recinzioni.
13. Il ristorante e il bar hanno i tavoli posizionati a distanza prestabilita, con obbligo di indossare la mascherina fino al momento in cui ci si siede a tavola.

Sicurezza dei giocatori:
Per tutti i giocatori delle qualificazioni è consentito l'accesso di un accompagnatore. Per tutti quelli del main draw due accompagnatori. Viene consegnato a tutti i giocatori un kit di sicurezza che contiene asciugamani personali, mascherine e buste in plastica per sigillare la biancheria sporca. In tutti i locali e le vie di transito, igienizzate costantemente con vaporizzatore certificato, sono presenti gel igienizzanti. Le auto di servizio sono sanificate con spray disinfettante dopo ogni utilizzo.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi

 ivanoalbergo
23 giugno 2020

buonasera,una domanda,ma nelle norme anti-covid non sono obbligatori i tamponi per tutti i giocatori prima durante e dopo il torneo?credo che ci siano delle falle nel sistema del torneo di Todi