-

Tutto sugli Assoluti di Todi: formula, orari, tabelloni, biglietti, diretta tv

Guida ai campionati Italiani Individuali, la prima grande manifestazione ufficiale dopo la pausa causata dall’emergenza Coronavirus, che dal 22 al 28 giugno assegna gli scudetti. E' aperta al pubblico: come comprare i biglietti

27 giugno 2020

Gli Assoluti in TV - Il grande tennis ufficiale riparte da Todi e riparte, naturalmente, su SuperTennis. Da lunedì 22 giugno, alle 9.50 il Canale della Fit torna a trasmettere un match in diretta, oltre 100 giorni dopo l’ultima volta, la sfida di Cagliari contro la Corea, valida per il preliminare di Coppa Davis dello scorso marzo.

Si riparte ancora dalla terra rossa, si riparte dai Campionati Italiani Assoluti.Due sono i tabelloni. Quello maschile è composto da 32 giocatori. La testa di serie nr. 1 è Lorenzo Sonego. Dietro di lui Federico Gaio, Thomas Fabbiano, Lorenzo Giustino e Roberto Marcora a completare il lotto dei favoriti.

Occhio però a Lorenzo Musetti, una delle speranze più luminose del nostro tennis, che si presenta a Todi convinto di poter dire la sua.

A livello femminile la testa di serie numero 1 è Jasmine Paolini, 95 del mondo e cardine della squadra di Fed Cup. Dietro di lei le avversarie più accreditate sono Martina Trevisan e Elisabetta Cocciaretto ma grande interesse destano anche qui le più giovani come Matilde Paoletti, Eleonora Alvisi e Melania Delai.

La programmazione su Supertennis sarà senza sosta. Ogni giorno da lunedì a domenica a partire dalle 10, il canale della Fit trasmetterà oltre 12 ore di dirette al giorno e poi ancora: interviste ai protagonisti, dietro le quinte, approfondimenti da quello che sarà a tutti gli effetti il torneo della ripartenza.

 

I tabelloni - Il tabellone principale maschile è composto da 32 giocatori: 20 con accesso diretto in ordine di classifica ATP, 4 wild card individuate dal settore tecnico FIT e 8 provenienti dal tabellone di qualificazioni.

Il tabellone principale femminile, invece, è formato da 16 giocatrici: 10 con accesso diretto in ordine di classifica WTA, 4 wild card individuate dal settore tecnico FIT e 2 provenienti dal tabellone di qualificazioni.

Il tabellone di qualificazioni maschile prevede composto da 48 giocatori: 40 con accesso diretto in ordine di classifica ATP (poi di classifica italiana), 8 wild card individuate dal settore tecnico FIT ed eventuali ulteriori wild card.

Il tabellone di qualificazioni femminile è composto da 24 giocatrici: 18 con accesso diretto in ordine di classifica ATP (poi di classifica italiana), 6 wild card individuate dal settore tecnico FIT ed eventuali ulteriori wild card.

La formula dei match - Sabato 20, domenica 21 e lunedì 22 giugno sono previste le qualificazioni maschili, e lo stesso 22 inizieranno i match del tabellone principale.

Domenica 21, lunedì 22, martedì 23 e mercoledì 24 giugno vanno in scena le qualificazioni femminili, e lo stesso mercoledì 24 inizieranno i match del tabellone principale.

Tutti gli incontri fino ai quarti di finale compresi si disputano al meglio di due set su tre con tie-break sul punteggio di 6 giochi pari e con la disputa di un tie-break decisivo a 10 punti al posto del terzo set.

Gli incontri delle semifinali e della finale si disputeranno con la formula dei tre set, tutti con tie-break a 7 punti sul punteggio di 6 giochi pari.

L’albo d’Oro – La prima edizione dei Campionati Italiani assoluti è andata in scena a Roma nel 1895 e fu proprio un tennista del Club Lawn Tennis Roma ad aggiudicarsi il tricolore, Gino De Martino. Il primo titolo assoluto femminile fu invece assegnato nel 1913 e se lo aggiudicò Rhoda De Bellegarde del Circolo tennis Firenze.

Con le pause dovute alle due Guerre Mondiali (dal 1915 al 1918 e poi dal 1943 al 1945) la manifestazione si è svolta ogni anno fino al 2004, quando i titoli vennero assegnati a ad Arezzo ed andarono a Massimo Dell’Acqua e Valentina Sassi.

Il record dei titoli nel singolare maschile appartiene a Nicola Pietrangeli, Fausto Gardini e Corrado Barazzutti con 7 vittorie. Tra le donne le reginette sono Lea pericoli e Lucia Valerio, 10 volte campionesse d’Italia in singolo.

Ecco l’albo d’oro completo e la classifica dei plurivittoriosi.

 

1970: 50 anni fa un’edizione storicaI Campionati Italiani Assoluti vissero un momento indimenticabile nel 197°, alla Virtus di Bologna quando la finale, scudetto in palio, fu tra Nicola Pietrangeli, il campionissimo dominatore del quindicennio precedente, vincitore di due titoli al Roland Garros (1959 e ’60) e di altrettanti titoli agli Internazionali d’Italia (1957 e ’61), allora 37enne, e Adriano Panatta, 20anni, astro nascente, che aveva esordito in Coppa Davis pochi mesi prima. Riviviamo insieme quell’edizione storica

I biglietti - I Campionati Italiani Assoluti aprono al pubblico. Gli organizzatori locali hanno comunicato che da lunedì 22 a domenica 28 giugno sarà possibile recarsi al Tennis Club Todi 1971 per assistere ai match maschili e femminili del torneo che segna la ripartenza del tennis azzurro.

Modalità di acquisto biglietti - I biglietti sono acquistabili solamente online al seguente link: CLICCA QUI

Si richiede di inserire insieme al nominativo anche l'indirizzo di residenza. Ciascun account può acquistare non più di 4 biglietti. Ogni sessione di gara (da lunedì 22 a sabato 27 giugno sono due, mattino e pomeriggio) sarà aperta ad un massimo di 109 spettatori. E’ inoltre inserita un'informativa riguardo i comportamenti da seguire on-site. Il pubblico dovrà indossare la mascherina per tutto il tempo di permanenza in tribuna e lasciare la tribuna stessa a fine sessione. Al termine di ciascuna sessione, le tribune verranno sanificate con vaporizzatori certificati.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi