-

Il Monferrato del tennis scende in campo a fianco della Protezione Civile

In campo contro il coronaviurus con una raccolta fondi che terminerà venerdì 1° maggio

09 aprile 2020

Le dolci colline, terre meravigliose, ottimi cibi e deliziosi vini, diventati patrimonio Unesco insieme alle Langhe e il Roero. Un territorio che ha vissuto (e sta vivendo ancora sulla pelle di tanti cittadini) il dramma Eternit, quella fibra killer che circolava nell’aria di Casale Monferrato. Ora la città è la più bonificata in Italia. Un patrimonio storico e artistico, che ha permesso di arrivare tra le candidate finaliste della Capitale della Cultura 2020. Quel profumo di krumiri (il celebre biscotto nella scatola di latta rossa) che invade le vie del centro cittadino. Ma il Monferrato è un territorio di lavoratori, di gente che ha sempre saputo rimboccarsi le maniche e ora dove sorgeva la fabbrica dell’amianto, vi è un parco bellissimo per i bambini, con una pista ciclabile. Ma ora quel parco è vuoto, così come i tanti circoli di tennis che riempiono la città, capitale dell’antico Marchesato, e i paesi delle colline. Da qua una proposta, per combattere un altro nemico. Il Monferrato del tennis scende in campo a fianco della Protezione Civile avviando una raccolta fondi che terminerà venerdì 1° maggio.

Il focus sulla campagna benefica viene spiegato dai promotori,‘tennisti della domenica”: “Nella consapevolezza e convinzione di essere in grado di sviluppare lo spirito di resilienza, abbiamo pensato al tennis come trait d’union per combattere l’emergenza corona virus anche a Casale Monferrato, pensando al coordinamento della Protezione Civile cittadina, che quotidianamente consegna la spesa a casa degli anziani, supporta gli operatori sanitari e salvaguardia la nostra salute. Per questo faccio un appello a tutti gli appassionati della racchetta, provenienti da ogni club del territorio, vinciamo insieme questa sfida!”. La donazione su paypal è semplice da fare e può essere effettuata in forma anonima seguendo il link https://paypal.me/pools/c/8nSBxJ6E0Q. A ottobre, in attesa di disposizioni federali, dovrebbe cominciare l’A1 di tennis, che vedrà tra le otto squadre femminili la Canottieri Casale. Che sia quello un momento di speranza e ritorno alla normalità. Anche i tennisti monferrini pensano positivo: #andràtuttobene.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi