-

Addio Gianni Mura, maestro di giornalismo

A 74 anni è morto stroncato da un infarto. Storica penna di Repubblica, cantore di calcio e ciclismo

21 marzo 2020

Il mondo del giornalismo è in lutto. Questa mattina si è spento a 74 anni Gianni Mura, stroncato da un attacco cardiaco all’ospedale di Senigallia (Ancona), dove era ricoverato da lunedì scorso in seguito ad un malore. Mura, nato a Milano nel 1945, dopo la gavetta alla Gazzetta dello Sport, dal 1976 era passato a Repubblica, del quale è stato firma storica per quasi mezzo secolo. Giornalista sportivo, ma anche scrittore, ha regalato ai lettori pagine indimenticabili di ciclismo e calcio, le sue passioni principali. Memorabili i racconti del Tour de France, scrisse anche diversi libri: nel 2007 il suo primo romanzo “Giallo su giallo” proprio sulla Grande Boucle, vinse il premio Grinzane. Per Repubblica, curava anche la rubrica domenicale "Sette giorni di cattivi pensieri".

Toccò a lui scrivere il pezzo di addio al collega ed amico Gianni Brera, quando nel 1992 il re del giornalismo morì in un incidente stradale. Alla famiglia vanno le condoglianze della Federazione Italiana Tennis, del suo Presidente Angelo Binaghi e di tutto il movimento.

 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi