-

Tricolori 2ª categoria: si lotta per sfidare i big al Tc Cagliari

Nel vivo i Campionati Italiani da record (288 iscritti: 183 uomini e 105 donne) sui campi del circolo di Monte Urpinu: lunedì i match decisivi per l'accesso ai tabelloni principali maschile e femminile

15 settembre 2019

Sono in svolgimento sui campi del Tennis Club Cagliari – teatro per il secondo anno consecutivo dell’evento - i Campionati Italiani di Seconda Categoria di tennis, la manifestazione individuale nazionale più importante da quando non si disputano più i campionati Assoluti. La novità principale, rispetto a dodici mesi fa, è che si tratta di un appuntamento "combined": in programma, infatti, fino a domenica 22 settembre sui campi di Monte Urpinu non solo il torneo maschile come nell'edizione 2018, ma anche quello femminile.

Sono tanti i giocatori di casa che chiedono spazio e una opportunità di giocare con i big, da martedì in poi, nel tabellone principale. Ad esempio Gino Asara (Calangianus), bravo a imporsi sul toscano Andrea Lucchesi 6-4 6-1 e Andrea Cherchi (Torres Sassari), tenace e vincente 6-4 5-7 6-4 ul toscano Vittorio Noli. Matteo Masala, olbiese, aveva passato il turno sabato con Pietro Callegari (6-4 6-1). Niccolò Dessí, quindicenne, cresciuto a Quartu, ma ora alla Pisana di Roma, si aggiudica il derby con Niccolò Pia (Porto Torres) per 6-2 6-0. Avanti anche Matteo Casula (Nuovo Tennis club Margine Rosso), superando in rimonta Francesco Giuseppe Angelini per 6-7 6-1 6-2. Bene Federico Visioli (Tennis club Su Planu) con un 6-4 6-2 sul laziale Luca Palmigiani.

Fuori al secondo turno l’atleta dello Sporting club Quartu Andrea Busonera, battuto (6-1 6-3) dal toscano di Barberino del Mugello Cosimo Banti. Leonardo Dell’Ospedale fa fuori in due set (6-3 6-2) il sardo-toscano (gioca col Tennis club Pisa) Giovanni Muggiolu. Per il resto il romano Gianmarco Amatiste batte in due set (6-2 6-3) il toscano Filippo Alberti, mentre il lombardo Alessandro Valletta si ferma in tre set (6-2 5-7 6-2) con il toscano Mattia D’Orazi. Avanti l’emiliano Leonardo Manghi (6-0 6-2) con il laziale Francesco Bisceglie e il piemontese Luca Barbonaglia (7-5 6-3) con il siciliano Simone Guercio. Vittoria del trentino Christian Fellin, per 2-6 6-3 6-0, sul toscano Luca Fardelli. Esce il laziale Simone Lombardi, battuto (6-2 3-6 6-3) dal lombardo Michele Della Cagnoletta, affermazione (4-6 6-1 7-5) del trentino Nicolò Toffanin sul lombardo Alessandro Cassiani. Avanti Emiliano Tariciotti (Lazio) su Paolo Griselli (Toscana): 6-0 6-1. E il lombardo Lorenzo Castiglioni batte l’abruzzese Yuri Guerra al termine di un combattuto 7-5 4-6 6-2. Vincono anche il giovane romagnolo Nicola Filippi (6-2 6-2) sul toscano Tommaso Dami, il piemontese Giacomo Crisostomo (7-6 4-6 6-3),  sul laziale Lorenzo Macioce. Il siciliano Francesco Cardinale batte (4-6 6-3 6-4) il laziale Andrea Baccaloni, mentre Alessandro Parigi (Toscana) s'impone su Pietro d’Angelo (Liguria) per 6-3 6-2. 

Tra le donne, partendo dalle padrone di casa, protagonista ancora una volta Francesca Piu che, in apertura di giornata, batte Carlotta Gabrielli, atleta di San Benedetto del Tronto. Quasi un replica di quanto si era visto nella gara inaugurale contro Elena Negri. La giocatrice maestra del Tennis club Cagliari vince in due set, per 6-3 6-2. Costretta al ritiro la sarda della Torres Tennis Elisa Patta nel secondo set contro la toscana Carolina Piferi: aveva perso il primo 6-2. Fuori anche l’atleta dello Sporting club Quartu Angelica Porcedda sconfitta 6-1,6-3 dalla toscana Linda Salvi.

Vittoria della laziale Greta Borsoi (6-1 6-4) sulla toscana Giulia Landi. Sconfitta vendicata dalla corregionale Valentina Del Marco, brava a imporsi in tre set (6-1 1-6 6-1) sull’emiliana Alessia Soncini. La piemontese Rebecca Casoli  si impone sulla toscana Irene Adoncecchi (6-4 6-3). Fermata la friulana Anna Sturmigh (6-4 6-3) dalla laziale Giorgia Dominici. Eliminata l’emiliana Cecilia Pattaccini (6-3 6-2) dalla toscana Carlotta Nassi. La toscana Matilde Gori passa agevolmente con l’abruzzese Giorgia Di Muzio (6-2 6-1), la bolognese Nicole Fossa Huergo batte con facilità (6-2 6-2) la toscana Elena Poggi. La laziale Susanna Ciccone elimina la lombarda Sara Cicognani dopo un inizio sofferto (7-5 6-0), la ligure Ester Ivaldo vince al terzo set (6-3 4-6 7-5) con l’emiliana Valentina Taddia. La laziale Syria La Cerra passa ai danni della toscana Maria Vittoria Casucci (6-3 6-0).

Lunedì lle 9 di nuovo in campo per il rush finale verso il tabellone principale. Martedì entrano in gara i big. I campionati italiani maschili di Seconda categoria di tennis andranno avanti fino a domenica 22 settembre, giorno delle finalissime. L’ingresso per tutte le giornate è gratuito. 

ORDINE DI GIOCO lunedì 16 settembre

QUALIFICAZIONI MASCHILI 

QUALIFICAZIONI FEMMINILI

CLICCA QUI PER LE INFO

il personaggio

Il padre Marcello ha calcato i parquet sassaresi con la palla a spicchi per una vita, indossando la maglia della Torres per poi diventare dirigente di Robur e Sant'Orsola. Immaginarsi come ci rimase quando venne a sapere che Andrea, il figlio oggi fresco diciottenne, aveva 'tradito' la sua passione per dedicarsi al tennis. "Ma io in realtà non mi sento di avere tradito il basket - dice Andrea Cherchi, virgulto della Torres, che ha esordito al campionati nazionali di seconda categoria battendo dopo una bella maratona il toscano Noli per 6-4 5-7 6-4 - che colpe posso avere se mia madre e mia zia mi portarono per una prova con la racchetta a nove anni e non volli piu' mollarla?".
In questo periodo ha sempre vissuto il tennis in una  dimensione ben definita, un mix di grande passione ma sempre senza dimenticare lo studio. "Infatti per due anni negli Usa dove ho conseguito la maturità ho giocato poco e nulla. Pensavo di aver accumulato un ritardo incolmabile coi miei coetanei. Invece eccomi qua". Non conosceva l'avversario odierno: "Per niente - continua Andrea - è stata una bella lotta anche di nervi con scambi infiniti. Alla fine è andata come speravo, ed ora mi aspetto un'altra bella battaglia domani per accedere al tabellone principale. Ci proverò con tutte le mie forze".

Studia da ingegnere informatico, razionalità e analisi innanzitutto. Mamma Patrizia è lì a fianco, discreta e felice. Del resto è stata lei la "colpevole" di tutto. "Su questo avrei da obiettare - dice lei - in realtà Andrea aveva cominciato col basket, poi è vero che amando il tennis fui io a portarlo per la prima volta a una lezione, ma fu poi mio marito che gli disse di fare una scelta fra i due sport. Gli diede il permesso insomma, anche se ogni volta che affrontiamo la discussione siamo a rischio divorzio", chiosa con una risata la madre battagliera che poi affonda ancor più il coltello nella piaga: "Già perché' il bello è che anche Davide, il fratello maggiore di Andrea, ha preferito un altro sport al basket. Ha giocato come portiere negli allievi e nella Primavera del Cagliari, povero mio marito".

Record di iscritti: 288. Di Nicola e Floris favoriti

A darsi battaglia per la conquista dei titoli individuali e di doppio – ricco il montepremi complessivo: in palio 23.000 euro - sono 288 atleti, 183 uomini e 105 donne, per quello che è un record di iscritti.
In campo maschile, dove nutrita e agguerrita è la pattuglia dei giocatori sardi, i principali pretendenti al successo sono Gianluca Di Nicola, vicecampione italiano (in finale lo scorso anno cedette di misura al romano Matteo Fago), Antonio Campo, Davide Della Tommasina, Nicola Ghedin e Davide Pontoglio. Tra le donne i favori del pronostico vanno alla tenacissima Anna Floris, padrona di casa e finalista dodici mesi fa (a conquistare lo scudetto a Mantova fu Anna Giulia Remondina), Alice Balducci, Giulia Crescenzi, Giorgia Marchetti e Barbara Dessolis.

Binaghi inaugura il campo coperto

L'edizione 2019 dei Campionati italiani di seconda categoria sarà arricchita da alcuni eventi collaterali. Durante la settimana del torneo si terrà il party serale nella terrazza del TC Cagliari e venerdì 20 sarà inaugurato il tanto atteso campo al coperto con un doppio esibizione al quale prenderà parte anche il presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi, cagliaritano cresciuto con la racchetta in mano proprio nei campi di Monte Urpinu. Per l’occasione è in programma un evento di degustazione delle specialità tipiche dell’isola: saranno presenti numerose realtà del settore enogastronomico sardo.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi