-

Como: i derby promuovono Musetti e Pellegrino

Partito il challenger in riva al lago: il 17enne di Carrara supera Ocleppo e il pugliese batte Forti, nell'altro testa a testa tricolore Brancaccio piega Iannaccone. Esordio vincente pure per Quinzi e Bonadio. Martedì debuttano Moroni, Zeppieri e Arnaboldi. Già al 2° turno Travaglia, Caruso, Giustino, Baldi e Giannessi

26 agosto 2019

Cinque tennisti italiani hanno esordito positivamente nel challenger Atp “Città di Como” (46.600 euro di montepremi), la cui 14esima edizione ha preso il via sui campi in terra battuta del circolo di Villa Olmo. Nel match più atteso della giornata di apertura Lorenzo Musetti (n.495 Atp), 17 anni di Carrara, vincitore degli Australian Open Junior, ha fatto suo con un doppio 64 il derby tricolore fra wild card con Julian Ocleppo (n.440 Atp), regalandosi così la sfida con Stefano Travaglia (numero 81 Atp), prima testa di serie, reduce dalle qualificazioni agli US Open.
 Andrea Pellegrino (n.322 Atp) si è aggiudicato per 62 63 il testa a testa tutto italiano con Francesco Forti (n.441 Atp), pure lui wild card: il 22enne di Bisceglie si giocherà un posto negli ottavi con l'argentino Facundo Bagnis (n.164 Atp), nona testa di serie. Buona la prima anche per Raul Brancaccio (n.274 Atp), che si è imposto per 75 60 nell'altro derby tricolore con Federico Iannaccone (n.981 Atp), in gara con una wild card: prossimo avversario per il 22enne di Torre del Greco sarà il croato Viktor Galovic (n.224 Atp), 13esima testa di serie.
E' partito con il piede giusto pure Riccardo Bonadio (numero 336 Atp), che ha superato per 62 26 63 il francese Alexandre Muller (n.272 Atp) e al secondo turno sfiderà lo slovacco Andrej Martin (n.124 Atp), sesto favorito del seeding e reduce dalla finale al challenger dell'Aquila. Debutto convincente anche per Gianluigi Quinzi (n.313 Atp), che ha regolato per 75 64 lo svedese Markus Eriksson (n.278 Atp) e al secondo turno affronterà l'australiano Christopher O'Connell (n.221 Atp), numero 12 del seeding, vincitore due settimane fa del challenger di Cordenons.

Avversari provenienti dalle qualificazioni invece per Gian Marco Moroni (n.270 Atp), opposto martedì al colombiano Gonzalo Escobar (n.363 Atp), e per l’altro 17enne Giulio Zeppieri (n.470 atp), destinatario di una wild card, abbinato all'uzbeko Khumoyun Sultanov (n.370 Atp), mentre il francese Sadio Doumbia (n.292) è l’avversario di primo turno di Andrea Arnaboldi (n.295 Atp): chi farà suo questo match troverà poi al secondo turno dall’altra parte della rete Filippo Baldi (n.146 Atp), settima testa di serie.

Per cinque azzurri esordio al 2° turno

Oltre a quest’ultimo e al già citato Travaglia, altri tre giocatori azzurri entreranno in scena direttamente al secondo turno. Si tratta di Lorenzo Giustino (n.128 Atp), quinto favorito del seeding, che dovrà vedersela con l’argentino Facundo Mena (n.266 Atp), Alessandro Giannessi (n.150 Atp), ottava testa di serie, che avrà come avversario il francese Johan Tatlot (n.343 Atp), e Salvatore Caruso (n.102 Atp), secondo favorito del torneo e campione in carica, opposto al britannico Jan Choinski (n.290 Atp).

 

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi