-

Genova da leccarsi i baffi: Ceck, Travaglia e Sinner guidano la pattuglia azzurra

Entry list di alto spessore tecnico per l'Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina, sui campi di Valletta Cambiaso dal 2 settembre: iscritti otto top 100 del ranking. Tra i nove italiani anche Caruso e Mager. Iguera: "Numeri record, e abbiamo a disposizione cinque wild card..."

17 agosto 2019

Due giocatori tra i top 60 del mondo, tre nei migliori 70 e addirittura otto tra i primi cento tennisti del ranking ATP. E’ davvero eccellente l’entry list della 17esima edizione dell’Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina, che si disputerà a Genova sui campi in terra rossa di Valletta Cambiaso dal 2 all’8 settembre con montepremi di 150 mila dollari: è il secondo più ricco d’Italia dopo gli Internazionali di Roma.
Anche quest’anno un livello altissimo del torneo, che sarà diretto ancora da Sergio Palmieri (direttore degli Internazionali di Roma). Grandi campioni al via come Marco Cecchinato, già numero 16 del mondo lo scorso febbraio ed eroe nel 2018 al Roland Garros con la conquista della semifinale: il tennista palermitano aveva raggiunto la finale a Genova nel 2015. Cecchinato ha vinto tre titoli in carriera nel circuito ATP World Tour: nel 2018 a Umago e Budapest e nel 2019 a Buenos Aires.  
È un’entry list superlativa, abbiamo tutto: otto top 100 e inoltre ci sono grandi protagonisti della classifica ATP/Next Gen Race to Milan come Ruud, Sinner, Moelleker e Davidovich Fokina, e cut- off al numero 216 assolutamente eccezionale per un challenger a 48 giocatori - sottolinea Mauro Iguera, presidente del Comitato Organizzatore - Ci tengo ad evidenziare la presenza di uno dei giovani italiani più promettenti, Jannik Sinner, 18 anni appena compiuti, che ha infiammato il pubblico del Foro Italico e incluso Genova tra i pochissimi tornei che disputa in Italia per espressa volontà del suo coach Riccardo Piatti. In ultimo abbiamo ancora 5 wild card disponibili per arricchire ulteriormente il main draw”. Inoltre Alejandro Fokina Davidovich è tesserato per il Tennis Club Santa Margherita Ligure ed è stato decisivo nella ascesa straordinaria dalla C alla A2

Anche Caruso e Mager tra gli iscritti

Spicca la presenza del numero 51 della classifica ATP Albert Ramos: trionfò già all’Aon Open Challenger – Memorial Giorgio Messina nel 2014. Già numero 17 della classifica mondiale, lo spagnolo ha vinto due titoli nei ATP 250. Tra i big anche il numero 54 del mondo, il 21enne norvegese Casper Ruud. Davvero ricca  la presenza degli azzurri, sono nove gli iscritti al torneo: oltre a Cecchinato (attuale numero 65 del mondo), ci saranno Stefano Travaglia (81), Salvatore Caruso (105) e due giovani talenti come Gianluca Mager e il baby Jannik Sinner, attuale numero 130 del mondo e capace di scalare in pochi mesi oltre 400 posizioni del ranking. Ai nastri di partenza ci sarà anche lo spagnolo Guillermo Garcia Lopez (ex 23 del mondo), già finalista a Genova nel 2017, che ha messo in bacheca cinque successi ATP 250.
L’altissimo livello del torneo è testimoniato anche da un altro dato: su 38 iscritti all’entry list sono ben 12 i giocatori tra i 120 del mondo e addirittura 22 tra i primi 150 della classifica ATP.  Un nome illustre è anche quello dello spagnolo Tommy Robredo, ex top ten mondiale e vincitore di ben 12 titoli fra ATP 500 e 250. Risultano iscritti tennisti in rappresentanza di ben 17 nazioni e sono addirittura 27 i titoli del circuito ATP World Tour 250 e 500 nel palmares dei giocatori presenti nell’entry list: sono numeri che certificano ancora una volta l’importanza del torneo di Genova nel panorama internazionale.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi