-

Moroni salva due match point e fa suo il derby con Musetti. Ok pure Lorenzi

Regalano tante emozioni gli incontri del 2° turno al challenger di Cordenons. Basso approda agli ottavi annullando 4 palle match allo slovacco Molcan nel tie-break decisivo, Dalla Valle invece manca 1 match point contro Eriksson. Lorenzi passa solo al tie-break del set decisivo. Escono Pellegrino, Forti e Federico Arnaboldi

14 agosto 2019

Non ha davvero lesinato emozioni la giornata dedicata al completamento del secondo turno dell’”Acqua Dolomia Serena Wines Tennis Cup-Internazionali del FVG”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 69.280 euro in corso sui campi in terra rossa dell’EuroTennis Cordenons.

In quello che era l'incontro più atteso Gian Marco Moroni (n.288 Atp), undicesima testa di serie, uno dei due azzurri che entrava in gara direttamente al secondo turno, ha fatto suo in rimonta l'avvincente derby tricolore con Lorenzo Musetti (n.511 Atp): il 21enne romano, dopo aver annullato due match-point sul 5-4 del secondo set, ha finito per prevalere per 67(6) 76(5) 4-1 ritiro sul 17enne di Carrara. Moroni negli ottavi troverà dall'altra parte della rete il cileno Alejandro Tabilo (n.242 Atp), quinta testa di serie, che ha fermato la corsa di Andrea Pellegrino (n.312 Atp), 22enne di Bisceglie, per 63 67(8) 61, dopo due ore e 12 minuti.
Successo da cariopalmo anche per Andrea Basso (n.482 Atp - nella foto), che ha superato con il punteggio di 76(5) 36 76(6), dopo oltre tre ore di lotta, lo slovacco Alex Molcan (n.284 Atp), 13esima testa di serie: il 25enne mancino genovese nel tie-break decisivo ha cancellato 4 match-point consecutivi, recuperando dal 2 a 6 e piazzando una striscia di sei punti di fila. Basso giovedì si giocherà l'ingresso nei quarti di finale con il tedesco Jeremy Jahn (n.375 Atp). Il tie-break conclusivo è stato invece fatale ad Enrico Dalla Valle, 21enne di Ravenna (n.404 Atp), in gara con una wild card, che ha ceduto per 46 63 76(8) allo svedese Markus Eriksson (n.310 Atp), quarta testa di serie, mancando 1 match point sul 7 a 6 in suo favore.

 



  


Lorenzi agli ottavi in rimonta

Nulla da fare anche per Francesco Forti (n.438 Atp) e  Federico Arnaboldi (n.1.411 Atp), in gara grazie ad una wild card: il 20enne di Cesenatico, ha ceduto per 63 76(2) in un'ora e 36 minuti dallo sloveno Blaz Kavcic (n.243 Atp), sesto favorito del tabellone, mentre il 19enne lombardo è stato battuto per 61 63 dall’ungherese Attila Balazs (n.139 Atp), terzo favorito del torneo.

In serata ingresso nel torneo positivo, anche se parecchio faticoso, per Paolo Lorenzi, numero 118 Atp e primo favorito del seeding, nonché campione in carica, reduce dalla finale a Manerbio persa contro Federico Gaio, che ha superato in rimonta per 26 75 76(5) il brasiliano Guilherme Clezar (n. 359 Atp) nel match che ha chiuso il programma: prossimo avversario per il 37enne senese lo svedese Markus Eriksson (n.310 Atp), 14esima testa di serie. 


Risultati ed ordine di gioco

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi