-

Sinner scala il ranking ATP: unico TOP 200 classe 2001

Il giovane altoatesino accede per la prima volta in carriera così in alto: il 17enne di Sesto Pusteria occupa questa settimana il 199esimo posto

22 luglio 2019

Jannk Sinner è l’unico classe 2001 nei Top 200. Sinner, che festeggia fra poco meno di un mese (il 18 agosto) il suo 18esimo: compleanno. Nella “Race to Milan”, il pusterese è13esimo. Alle Next Gen ATP Finals 2019, che si giocheranno a Milano dal 5 al 9 novembre, prenderanno parte i migliori sette Under 21, più una wild card.  Sinner sta giocando un’ottima prima stagione da professionista. Il primo gennaio l’azzurrino si è trovava al 551° posto nel ranking mondiale: in sette mesi la giovane promessa italiana ha fatto un balzo di ben 352 posizioni. Sinner, che questa settimana è impegnato nel Challenger americano di Binghamton, ha conquistato già 259 punti ATP. Alto 1,88 m, ha vinto quest’anno il Challenger di Bergamo ed i 25.000 dollari ITF di Trento e Santa Margherita di Pula. Inoltre ha raggiunto anche la finale del Challenger di Ostrava, dove si è dovuto arrendere solo al polacco Kamil Majchrzak. A fine giugno Sinner ha festeggiato anche il suo debutto in uno Slam, dove è stato eliminato al primo turno delle qualificazioni di Wimbledon.

MIGLIOR UNDER 18 DEL MONDO

Dopo aver superato le prequalificazioni degli Internazionali d’Italia e aver battuto all’esordio lo statunitense Steve Johson, è iniziato il “Sinner hype”. L’azzurro viene seguito da 20,2 mila abbonati su Instagram, a metà maggio ha cambiato sponsor, passando ha Head a Nike. La scorsa settimana, dopo essere stato battuto negli ottavi di finale dell’ATP 250 di Umago, Sinner si è portato a casa 8.815 euro di montepremi. Con questi il 17enne pusterese ha superato i 100.000 dollari di montepremi, pari a quasi 90.000 euro. Sinner è appena il secondo altoatesino che accede nei Top 200 del mondo. Questa classifica guida ovviamente il 35enne caldarese Andreas Seppi, che dal 16 luglio 2007 è costantemente, tranne una settimana, nei Top 100. Nel 2013 l’azzurro era addirittura il numero 18 del ranking ATP. Il pusterese Florian Allgäuer il 27 giugno 1999 (Sinner non era ancora nato) si trovava alla 219° posizione. Quarto altoatesino di sempre Alex Vittur, 605° nel 2004.

TRASFERTA A STELLE E STRISCE

L’azzurrino, che già a 14 anni si è trasferito nel centro “Tennis Piatti” a Bordighera, lontano 650 chilometri da casa sua, dove viene allenato dai maestri Riccardo Piatti e Massimo Sartori (coach di Andreas Seppi), non ha voglia di fermarsi. L’altoatesino è impegnato nella tournée americana, dove giocherà tre Challenger di fila. Questa settimana è al via a Binghamton (New York), poi a Lexington (Kentucky) ed a Aptos (California). Poi l’altoatesino spera di ricevere una wild card per il Masters 1000 di Cincinnati, che andrà in scena dall’11 al 18 agosto. A partire dal 19 agosto giocherà le qualificazioni dell’ultimo Grand Slam dell’anno, gli US Open di New York. Programma ricco per Sinner.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi