-

Obiettivo ''prequali'' IBI 2022: in dirittura d'arrivo la marcia sul Foro Italico

Il lungo cammino verso le Prequalificazioni degli Internazionali BNL d'Italia manda in scena gli ultimi appuntamenti. Dal TPRA fino a Roma in campo migliaia di giocatori nel torneo più partecipato al mondo: chi ha già staccato il pass per Roma e le classifiche a punti definitive

29 aprile 2022

Una bella panoramica sul Circolo del tennis del Foro Italico (foto Sposito)

La Federazione Italiana Tennis ha deciso di riorganizzare nel 2022 le “prequalificazioni degli Internazionali BNL d’Italia”, ovvero una serie di tornei utili per determinare le wild card da assegnare alla 79esima edizione del torneo di Roma. Le gare sono riservate ai giocatori italiani (in grado di rappresentare l’Italia in una competizione internazionale a squadre) e in possesso di una tessera agonistica di tennis valida per l’anno 2022. 

Volge al termine la lunga marcia verso il Foro Italico, articolata in quattro fasi così da coinvolgere migliaia di appassionati: all'appello mancano infatti solo gli ultimi due appuntamenti, in Lombardia e Lazio, per definire il quadro completo di chi sarà protagonista nella Capitale, in molti casi facendo diventare realtà un sogno.

Fase 1: TPRA

La prima fase si è disputata con la formula “Tpra”, con tornei in tutto il territorio nazionale limitati ai giocatori di classifica da 4.NC a 4.4.
A questa fase hanno potuto partecipare sia gli agonisti che i non agonisti ed i vincitori hanno avuto la possibilità di giocare la seconda fase delle prequalificazioni senza pagare la quota di iscrizione.

Fase 2: Provinciale da 4NC a 4.1

La seconda fase è stata quella dei tornei di quarta categoria organizzati in OGNI provincia d’Italia. Aperti ai giocatori di classifica compresa tra 4NC e 4.1. La partecipazione a questi tornei era riservata ai soli giocatori in possesso di tessera agonistica e tesserati per un circolo della provincia nella quale si disputa il torneo. 

Non era consentita la partecipazione di giocatori stranieri, ancorché tesserati. In questa fase è stato organizzato, oltre al singolare maschile e femminile, anche un doppio maschile e femminile. 

Da ogni tabellone provinciale è stato promosso al tabellone regionale di conclusione di Quarta categoria un numero di giocatori definito in base al seguente quorum di partecipanti:

da 1 a 16 = 1 qualificato

da 17 a 48 = 2 qualificati

oltre 49 = 3 qualificati

1-8 coppie = 1 coppia qualificata

9 o più = 2 coppie qualificate

 

Ad esclusione dei tesserati per un circolo della provincia nella quale si è giocato il tabellone regionale di conclusione, i finalisti del tabellone di conclusione regionale hanno avuto diritto a un rimborso, solo se effettivamente partecipanti, nella misura forfettaria di 75 euro. Il tabellone di conclusione si è disputato generalmente nella sede di svolgimento del torneo di pre-qualificazione ed ogni torneo era dotato di un montepremi di €1.030. (Clicca qui per il dettaglio dei montepremi). La richiesta del rimborso forfettario per la trasferta  così come del montepremi andava effettuata al circolo organizzatore. 

In questa fase il formato degli incontri di singolare è stato scelto dal circolo organizzatore fra le tipologie ammesse per le gare agonistiche; la gara di doppio era prevista  con tie-break decisivo a 10 punti al posto della terza partita e con applicazione del No-Ad

Ogni vincitore del tabellone di conclusione della quarta categoria regionale ed ogni coppia vincitrice del tabellone regionale di doppio di quarta categoria acquisiscono il diritto a partecipare alle finali di Roma. 

Foro Italico - lo Stadio Pietrangeli (foto Sposoto)

Fase 3: Regionale, il premio è... Roma

Le prequalificazioni degli Internazionali BNL d’Italia 2022 sono poi proseguite a livello regionale con i tabelloni di Terza Categoria e Open (i tornei di “Terza”, seconda e Open non possono avere una limitazione territoriale dei tesserati e anche in questo caso non è stata consentita la partecipazione di giocatori stranieri (ad ogni vincitore è stata richiesta l’effettiva appartenenza all’Italia in base alla “elegibility rule dell’ITF).

Il montepremi di ogni torneo di singolare maschile è di 10.880 euro mentre per quello femminile è pari 8.700 euro. Nelle gare di doppio (che tuttavia non sono disputate in ogni regione) il montepremi è di 3.000 per le gare maschili e 2.000 per il femminile: in questo caso la FIT contribuisce con 2.100 euro per il maschile e con 1.600 per il femminile (clicca qui per il dettaglio dei montepremi). 

Così come per i vincitori dei tornei di conclusione regionale di quarta categoria (in quel caso anche per le gare di doppio), anche i vincitori dei tabelloni di conclusione di singolare della terza categoria sono ammessi a partecipare alle finali di Roma.

Dai tabelloni regionali OPEN si qualificano per il torneo di pre-qualificazione di Roma i vincitori di ogni tappa, che non possono più iscriversi ad altri tornei (se già iscritti vengono esclusi dal relativo tabellone ad esclusione di casi in cui il giocatore sia giunto in una fase conclusiva del torneo, come la semifinale). Ma per Roma si qualificano anche i finalisti dei tornei che hanno avuto il maggior numero di iscritti nell’anno 2019 (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia, Toscana, Lazio nel tabellone maschile oltre a Campania nella maschile e Liguria nel femminile) e i migliori 4 giocatori e da 4 a 12 giocatrici della classifica a punti cumulata stilata al termine dei tornei conclusi entro il 17 aprile. 

In sintesi, la classifica a punti viene stilata prendendo in considerazione i migliori 5 risultati ottenuti sommando i “punti piazzamento” al “Bonus grandezza tabellone”. Posto che il vincitore si qualifica senza altri passaggi, ai finalisti verranno assegnati 100 punti, 60 ai semifinalisti, 30 ai quarto-finalisti. A questi vanno come detto aggiunti i “bonus grandezza tabellone”, che sono pari al 20% del numero di giocatori di prima o seconda categoria presenti nel tabellone (arrotondato). Esempio pratico: un giocatore esce in semifinale in un torneo con 124 giocatori di prima o seconda categoria. Questi acquisirà 85 punti, 60 per la semifinale più il 20% di 124, cioè 25. Tale punteggio però viene acquisito unicamente se il giocatore ha vinto almeno un incontro nel tabellone (comprese le vittorie per ritiro ad incontro iniziato). Nella classifica a punti, al fine di dirimere un caso di parità, viene considerato l’eventuale sesto miglior risultato e in caso di ulteriore parità si considera il settimo risultato, e così via. Il montepremi dei tornei open è così suddiviso

In questa fase tutti gli incontri di doppio si disputano al meglio delle tre partite con tie-break a 10 punti al posto della terza partita e con l’applicazione del No-Ad mentre gli incontri di singolare del tabellone di prima e seconda categoria deve essere disputato con la formula delle tre partite, tutte con tie-break.

Fase finale: Torneo di Pre-qualificazioni

La lunga maratona sfocia nel torneo finale delle pre-qualificazioni che porta a confrontarsi con le stelle dei circuiti ATP e WTA, al Foro Italico saranno organizzati due tabelloni di singolare (da 40 cadauno) e due di doppio (da 14 coppie). 

Altra novità rispetto alle scorse edizioni è che nei tabelloni di singolare 8 giocatori saranno posizionati direttamente agli ottavi di finale.

Da questi tabelloni emergeranno le wild card per gli IBI 22. Il numero delle wild card verrà comunicato successivamente. Il montepremi complessivo è di € 152.850

 

Roma, città aperta anche ai Terza e ai Quarta

A Roma però andranno anche i migliori quarta ed i migliori terza categoria. Dai tabelloni di conclusione di quarta saranno ammessi 17 giocatori per il tabellone maschile, 17 per il femminile e 34 coppie (17 nel maschile e 17 nel femminile) per i tornei di doppio. Stessi numeri (17) per i vincitori dei tabelloni di conclusione dei singolari di terza categoria.

A ognuno dei partecipanti effettivi agli “Internazionali di quarta e terza categoria”, a esclusione dei qualificati del torneo laziale, verrà concesso un rimborso forfettario (una tantum) da parte della Fit nella misura di 0.29€ per ogni km percorso; massimo 340€ per i giocatori provenienti dalla Sicilia e 270€ per chi proviene dalla Sardegna. Per l’erogazione, i giocatori dovranno presentare alla Fit centrale la domanda entro 30 giorni dalla conclusione del torneo. Ai qualificati inoltre verrà offerta l’ospitalità (albergo e pasti) per i giorni di svolgimento delle gare. 

Il torneo più partecipato del mondo (oltre 20.000 partecipanti nel 2019)  sta per vivere il momento clou!

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti