-

Forlì 3: Napolitano ritrova il successo dopo 8 mesi, esce Arnaldi

Nel terzo Challenger consecutivo sul veloce del Villa Carpena forfait di Baldi (gomito destro). In gara anche Agamenone, Moroni, Andrea Arnaboldi e l'altra wild card Pellegrino. Si ferma al turno decisivo delle qualificazioni Ferrari

17 gennaio 2022

Stefano Napolitano Forlì challenger 2 2022

Stefano Napolitano colpisce di rovescio

Esordio positivo per Stefano Napolitano nel tabellone principale del "Città di Forlì", terzo Challenger consecutivo (dotato di un montepremi di 45.730 euro) che si sta disputando sul veloce indoor del Tennis Club Villa Carpena della città romagnola.

Il 26enne di Biella, n.483 ATP, in gara con una wild card, si è imposto con il punteggio di 76(6) 26 76(2), dopo oltre due ore e mezza di lotta, sul croato Nino Serdarusic, n.245 del ranking. Il tennista piemontese nella prima frazione ha saputo annullare sei palle-set (tre consecutive sul 5-4 e altre tre sul 6 a 3 nel tie-break in favore dell'avversario), riuscendo poi a spuntarla sul filo di lana dopo che il 25enne di Zagabria aveva salvato due match-point sul 6-5 nel terzo set. Con questa affermazione, che conferma quella colta al primo turno del challenger di Eckental nel 2019, Napolitano torna a vincere un incontro a livello Challenger dopo otto mesi (l'ultimo successo a Biella nel maggio dello scorso anno).
Stefano si giocherà un posto nei quarti con il vincente fra il canadese Vasek Pospisil, n.138 della classifica mondiale e primo favorito del seeding, e il francese Evan Furness, n.284 ATP, ripescato come "lucky loser"

Eliminato invece Matteo Arnaldi, n.360 ATP, pure lui in tabellone grazie ad una wild card, sconfitto con un periodico 63, in un'ora e 10 minuti di gioco, dal portoghese Frederico Ferreira Silva, n.239 ATP, nel primo incrocio fra i due.

E' invece stato costretto in extremis a cancellarsi per un infortunio al gomito destro Filippo Baldi, n.369 ATP (in gara con il ranking protetto), che doveva vedersela con il tedesco Cedrik-Marcel Stebe, n.247 ATP, a questo punto chiamato a misurarsi con un "lucky loser" come avversario.

Martedì toccherà agli altri quattro italianiAndrea Pellegrino, n.221 ATP, anch’egli destinatario di una wild card, affronterà per la prima volta lo slovacco Lukas Lacko, n.188 ATP ed ottavo favorito del seeding. Il sorteggio ha abbinato una testa di serie anche ad Andrea Arnaboldi, n.256 ATP, opposto al tedesco Daniel Masur, n.181 ATP e settima forza del tabellone: in parità il bilancio dei testa a testa, con un successo in tre set per parte, nelle qualificazioni a Biella nel 2020 (terra battuta) per il 34enne mancino di Cantù, con rivincita del 27enne di Bueckeburg lo scorso anno, sempre nella città piemontese, ma in quel caso sul veloce indoor.

Franco Agamenone, n.189 ATP (best ranking per lui), affronterà per la prima volta in carriera il rumeno Marius Copil, n.275 ATP, proveniente dalle qualificazioni, mentre Gian Marco Moroni, n.205 ATP, debutterà contro il francese Antoine Hoang, n.200 ATP, per quella che è anche in questo caso una sfida inedita nel tour.

Nelle qualificazioni Gianmarco Ferrari, n.949 ATP, al turno decisivo per un posto nel main draw è stato sconfitto 64 60 dal giapponese Kaichi Uchida, n.263 del ranking e prima testa di serie delle "quali".

Eliminati al primo turno, invece, Federico Arnaboldi e i due allievi dell’Academy locale Lorenzo Angelini e Carlo Alberto Caniato.  

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI

Il servizio di Matteo Arnaldi (foto Milesi)

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti