-

Trieste: Cobolli manca un match-point nei quarti

Nel challenger su terra giuliano il Next Gen romano, unico azzurro rimasto in corsa, si fa rimontare dal kazako Skatov, proveniente dalle qualificazioni. In semifinale anche il bosniaco Dzumhur, prima testa di serie, e gli argentini Tirante, promosso dalle qualificazioni, ed Etcheverry, n.3 del torneo

30 luglio 2021

Flavio Cobolli Trieste Challenger

Il diritto del romano Flavio Cobolli

Semaforo rosso per Flavio Cobolli nei quarti di finale del "Città di Trieste 2021", torneo challenger ATP dotato di un montepremi di 44.820 euro che si sta avviando alle fasi decisive sui campi in terra rossa del TC Triestino di Padriciano.

Il 19enne romano, n.331 ATP, in gara grazie ad una wild card, dopo il successo all'esordio sul ceco Michael Vrbensky (n.286 ATP) e l'eliminazione al secondo tirno del francese Antoine Hoang, n.145 del ranking e secondo favorito del seeding, ha ceduto per 67(5) 61 76(6), dopo oltre due ore e tre quarti di lotta, al kazako Timofey Skatov, n.308 del ranking, proveniente dalle qualificazioni, che aveva già rispedito a casa Lorenzo Giustino (n.235 ATP) negli ottavi. Peccato per Cobolli che sul 6-5 nel tie-break del set decisivo ha fallito un match-point con il servizio a disposizione (per il romano sfuma la seconda semifinale challenger dopo quella al Roma Garden 2), con Skatov che ha completato l'opera chiudendo per 8 punti a 6.

Sabato in semifinale Skatov troverà dall'altra parte della rete l'argentino Tomas Martin Etcheverry, n.166 del ranking e terzo favorito del seeding.

Nell'altra sfida di fronte il bosniaco Damir Dzumhur, n.122 ATP e primo favorito del torneo, e l'atro argentino Thiago Augustin Tirante, n.328 ATP, anche lui promosso dalle qualificazioni.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti