-

Monte-Carlo tricolore: Sinner batte Ruusuvuori, Musetti elimina Auger Aliassime!

Sulla terra del Country Club Jannik, nona testa di serie, supera in due set il finlandese, proveniente dalle qualificazioni: Lorenzo elimina canadese, sesto favorito del seeding. Fuori Sonego, 16esima testa di serie, battuto in due set dal serbo Djere. Nell’ambito di un accordo tra SuperTennis e Sky, la tv della FIT trasmette il “match of the day” ogni sera alle 21.30

di | 13 aprile 2022

Jannik Sinner esulta (foto Getty Images)

In una giornata ancora caratterizzata dal forte vento, a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro,  Jannik Sinner e Lorenzo Musetti centrano gli ottavi al “Rolex Monte-Carlo Masters”, terzo Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 5.415.410 di euro, che si sta disputando sulla terra rossa del Country Club di Monte-Carlo, nel Principato di Monaco.

Sul “Court des Princes” il 20enne di Sesto Pusteria, n.12 ATP e nona testa di serie, dopo il debutto piuttosto laborioso di lunedì contro il croato Borna Coric, n.198 ATP (in gara con il ranking protetto: è rientrato ad Indian Wells dopo un anno di stop per l’infortunio alla spalla), ha sconfitto 75 63, in poco meno di un’ora e tre quarti di gioco, il finlandese Emil Ruusuvuori, n.81 ATP, promosso dalle qualificazioni,  nonostante 38 gratuiti a fronte di 23 vincenti (27 gratuiti e 9 vincenti il bilancio del finnico).

L’altoatesino si era imposto in tre delle quattro sfide precedenti anche se nella più recente - giocata tre settimane fa al secondo turno del “1000” di Miami - era riuscito a prevalere solo al tie-break del terzo set e dopo aver annullato ben tre match-point. Sinner ha salvato una palla-break (prima robusta seguita dal diritto) già nel secondo gioco: quindi nel quarto ne ha cancellata una con un ace ed un’altra con un diritto all’incrocio ma sulla terza il finlandese ha centrato il break (3-1).

Jannik, però, complici due doppi falli consecutivi di Ruusuvuori, se lo è ripreso immediatamente (3-2) e poi dopo un game durato quasi 11 minuti, con un’altra palla-break salvata, ha completato la rimonta (3-3). Sinner ha alzato il livello degli scambi ed ha strappato ancora la battuta al 23enne di Helsinki (4-3) ma nel momento migliore ha accusato un brutto passaggio a vuoto che gli è costato il contro-break addirittura a zero (4-4). Grazie anche ad altri due doppi falli del finnico, l’altoatesino si è ripreso il break di vantaggio nell’undicesimo game e stavolta l’ha difeso siglando poi il 7-5 con un’altra bella prima incisiva.

Nel terzo gioco della seconda frazione un doppio fallo di Ruusuvuori ha regalato il break all’altoatesino che lo ha confermato dopo aver annullato una palla per il contro-break. Da lì in avanti Jannik non ha più corso pericoli ed ha messo in mostra anche un paio dei suoi diritti incrociati strettissimi. Nel nono gioco l’azzurro si è procurato tre match-point di fila sul servizio del finlandese: Ruusuvuori ha salvato i primi due ma sul terzo ha spedito in corridoio il rovescio incrociato.

Prossimo ostacolo per Sinner - giovedì - il russo Andrey Rublev, n.8 del ranking e 5 del seeding, finalista dodici mesi fa, che ha rischiato non poco contro l’australiano Alex De Minaur, n.25 ATP, battuto 6-4 al terzo. Uno pari il bilancio dei precedenti tra Jannik e Andrey con il 24enne moscovita vincitore negli ottavi sul veloce indoor di Vienna nel 2020 (ma nell’occasione Sinner si ritirò dopo appena tre giochi per un problema di vesciche ai piedi) e l’altoatesino a segno in due set nei quarti sulla terra di Barcellona.

Tutta la gioia di Lorenzo Musetti (foto Getty Images)

Quasi in contemporanea sul “Court Ranieri III” il 20enne di Carrara, n.83 ATP, che all’esordio aveva superato 6-2 al terzo il francese Benoit Paire, n.61 del ranking, ha eliminato 62 76(2), in un’ora e 42 minuti di partita, il canadese Felix Auger-Aliasime, n.9 del ranking e 6 del seeding, secondo top ten battuto in carriera dal Next Gen toscano.

Uno pari il bilancio dei precedenti, entrambi piuttosto combattuti, con il 21enne di Montreal a segno al secondo turno a Barcellona, ed il talento toscano vincitore al primo turno a Lione, sempre sulla terra e sempre nel 2021. Lorenzo è scattato meglio dai blocchi (anche perché aveva alle spalle già un match) salendo 3-1 dopo aver strappato la battuta al canadese già nel terzo gioco. Centrato e concentrato, meno distratto dal vento rispetto al suo avversario (più volte “pizzicato” dal toscano troppo lontano dalla riga di fondo e punito con il drop-shot), Musetti ha ottenuto un altro break nel settimo gioco ed in quello successivo si è assicurato il primo set per 6-2 con una bella volée di rovescio.

Nella seconda frazione il canadese ha messo decisamente i piedi in campo spingendo l’azzurro lontano dalla riga di fondo, ma ha comunque continuato a sbagliare un po’ troppo con il diritto. Nel quarto gioco Auger-Aliassime ha tolto la battuta a Musetti per la prima volta nel match ma in quello successivo, dopo aver mancato quattro opportunità per il 4-1, ha rimesso in corsa l’azzurro che ha siglato il contro-break con uno spettacolare passante di diritto lungo linea e poi lo ha riagganciato sul 3 pari. La partita si è fatta intensa e combattuta e a decidere è stato un tie-break che Lorenzo ha giocato senza paura e dominato fin dall’iizio, aggiudicandoselo poi per 7 punti a 2 con un rovrscio incrociato sulla riga. Il marchio di fabbrica.

“Sembra di essere in Italia: è bello giocare così di fronte a questo pubblico. Sono davvero molto felice - ha commentato a caldo il 20enne di Carrara -. Il rovescio lungolinea è stata la chiave. Sono rimasto calmo e paziente e questa è stata la cosa più importante. Domani con Schwartzman (l’altro top ten battuto in carriera; ndr) sarà un’altra battaglia”.

Giovedì negli ottavi - i secondi per lui in un “1000” dopo Roma 2020 (partendo dalle qualificazioni) - Musetti dovrà vedersela con l’argentino Diego Schwartzman, n.16 del ranking e 12 del seeding, già battuto in tre set al primo turno di Acapulco lo scorso anno (ma si giocava sul cemento), quando poi il Next Gen toscano si spinse fino alle semifinali.

Semaforo rosso, invece, per Lorenzo Sonego. Nel match che ha aperto il programma sul “Court 2” il 26enne torinese, n.26 del ranking e 16 del seeding, che all’esordio aveva regolato in due set il bielorusso Ilya Ivashka, n.44 ATP, ed il vento della Costa Azzurra, è stato battuto 64 64, in un’ora e quaranta minuti, dal serbo Laslo Djere, n.62 del ranking, semifinalista la scorsa settimana a Marrakech.

Il piemontese era in vantaggio per 3-1 nei precedenti con il 26enne di Senta ed aveva vinto gli ultimi due, la combattutissima finale dell’ATP di Cagliari dello scorso anno ed il primo turno a Rio un paio di mesi fa (con appena due game concessi). Ragion per cui il serbo è sceso in campo con propositi bellicosi, ed il 4-0 iniziale è stato piuttosto eloquente. L’azzurro ha frenato l’emorragia (4-1), nel settimo gioco ha recuperato da 0-30 (5-2) e nell’ottavo si è ripreso uno dei due break, complici due doppi falli del suo avversario, risalendo poi fino al 5-4. Djere, però, non ha sprecato la seconda chance di servire per chiudere il set, e lo ha fatto (6-4).

Seconda frazione estremamente equilibrata, con il serbo comunque più incisivo nei propri turni di battuta. Nel settimo game il piemontese ha annullato una delicata palla-break con una prima a uscire che ha pizzicato la riga. Nel nono, però, Sonego è andato sotto 0-40 e sulla seconda palla-break ha spedito fuori il rovescio (5-4). Djere ha ringraziato e, dopo aver recuperato da 15-40 con due ottime prime di servizio, ha archiviato la pratica (6-4).    

Proprio a Monte-Carlo, nel 2019, “Sonny” aveva raggiunto il suo primo quarto di finale in un “1000”, per giunta partendo dalle qualificazioni, sconfitto dal serbo Lajovic (poi battuto in finale da Fognini).

Lorenzo Sonego colpisce di diritto (foto Getty Images)

Martedì era finito al secondo turno anche il torneo di Fabio Fognini. Il 34enne di Arma di Taggia, n.32 ATP, trionfatore dell’edizione del 2019, dopo aver superato in tre set il francese Arthur Rinderknech, n.59 del ranking, ha ceduto 63 60, in un’ora e dieci minuti di gioco, al campione in carica, il greco Stefanos Tsitsipas, n.5 del ranking e 3 del seeding.

IN TV - Nell’ambito di un accordo tra SuperTennis e Sky, la tv della FIT trasmetterà da domenica 11 aprile ogni sera alle 21.30 (in replica alle ore 09.00 il giorno seguente) il “match of the day” del Masters 1000 di Monte-Carlo.

ORDINE DI GIOCO

SINGOLARE

DOPPIO

QUALIFICAZIONI

RISULTATI

“Rolex Monte-Carlo Masters”

ATP Masters 1000

Monte-Carlo, Principato di Monaco

10 - 17 aprile, 2022

€5.415.410 - terra rossa

SINGOLARE

Primo turno

Lorenzo Musetti (ITA) b. Benoit Paire (FRA) 62 67(4) 62

(16) Lorenzo Sonego (ITA) b. Ilya Ivashka (BLR) 63 63

Fabio Fognini (ITA) b. Arthur Rinderknech (FRA) 75 46 63

(9) Jannik Sinner (ITA) b. Borna Coric (CRO) 63 26 63

Secondo turno

Lorenzo Musetti (ITA) b. (6) Felix Auger-Aliassime (CAN) 62 76(2)

Laslo Djere (SRB) b. (16) Lorenzo Sonego (ITA) 64 64

(3) Stefanos Tsitsipas (GRE) b. Fabio Fognini (ITA) 63 60

(9) Jannik Sinner (ITA) b. (q) Emil Ruusuvuori (FIN) 75 63

Terzo turno (ottavi)

Lorenzo Musetti (ITA) c. (12) Diego Schwartzman (ARG)

(9) Jannik Sinner (ITA) c. (5) Andrey Rublev (RUS)

DOPPIO

Primo turno

(wc) Marcelo Melo/Alexander Zverev (BRA/GER) b. Jannik Sinner/Hubert Hurkacz (ITA/POL) 64 63

(wc) Petros Tsitsipas/Stefanos Tsitsipas (GRE) b. Lorenzo Sonego/Andrey Golubev (ITA/KAZ) 67(4) 64 10-2

QUALIFICAZIONI

Primo turno

(1) Benjamin Bonzi (FRA) b. (Alt) Stefano Travaglia (ITA) 63 63

(wc) Flavio Cobolli (ITA) b. (2) Hugo Gaston (FRA) 64 62

(11) Emil Ruusuvuori (FIN) b. Gianluca Mager (ITA) 63 75

(4) Sebastian Baez (ARG) b. Marco Cecchinato (ITA) 67(4) 61 76(6)

Turno di qualificazione

(11) Emil Ruusuvuori (FIN) b. (wc) Flavio Cobolli (ITA) 46 64 63

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti