-

Losinj: che cinquina vincente tricolore!

Nel Challenger sulla terra rossa croata esordio positivo per Cecchinato, n.1 del tabellone, Brancaccio, Arnaboldi, Agamenone e Giannessi, gli ultimi due chiamati a un derby al secondo turno

di | 19 ottobre 2021

Alessandro Giannessi Trieste Challenger

Il diritto mancino di Alessandro Giannessi

E' en plein, con una bella cinquina vincente, per i tennisti italiani impegnati nel "Losinj Open", torneo Challenger ATP dotato di un montepremi di 44.820 euro in svolgimento sui campi in terra rossa di Losinj, in Croazia.

Prosegue il momento positivo di Franco Agamenone, n.210 ATP (nuovo best ranking), reduce dalla semifinale nella Vesuvio Cup di Ercolano, che al primo turno ha sconfitto 76(2) 60, in un'ora e 19 minuti di gioco, il croato Duje Ajdukovic, n.253 della classifica mondiale, prendendosi così la rivincita sul 20enne di Zagabria che lo aveva stoppato nella finale del 15mila dollari di Curtea de Arges nel 2020. 
Il 28enne italo-argentino al secondo turno sarà chiamato a un derby tricolore con Alessandro Giannessi, n.204 ATP e sesta testa di serie, che ha regolato per 76(4) 75, dopo quasi due ore di lotta, l'olandese Robin Haase, n.229 del ranking. Fra il 31enne spezzino e il giocatore nato a Rio Cuarto non ci sono precedenti.

Buona la prima anche per Raul Brancaccio, n.319 ATP, in tabellone come "alternate", che si è imposto con il punteggio di 63 36 62, in due ore e 23 minuti di partita, sul turco Ergi Kirkin, n.303 del ranking. Il 24enne di Torre del Greco si giocherà un posto nei quarti con lo spagnolo Carlos Gimeno Valero, n.301 ATP, mai affrontato prima.

Esordio positivo anche per Marco Cecchinato, n.104 ATP e primo favorito del seeding, che ha superato per 76(5) 76(2), in un'ora e 55 minuti di gioco, lo spagnolo Alvaro Lopez San Martin, n.341 del ranking, entrato in tabellone come "alternate". Il 29enne di Palermo troverà dall'altra parte della rete al prossimo turno il croato Nino Serdarusic, n.244 ATP (anche in questo caso si tratta di una sfida inedita).

Avanza pure Andrea Arnaboldi, n.273 ATP, che ha eliminato per 63 36 63, dopo due ore e un quarto di match, il britannico Jay Clarke, n.194 del ranking e settimo favorito del seeding: il 33enne mancino di Cantù dovrà vedersela con il 20enne ceco Jonas Forejtek, n.316 ATP (confronto senza precedenti).

Il rovescio mancino di Andrea Arnaboldi

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti