-

Meerbusch: Bonadio sorprende Agamenone, bene Arnaboldi

Il 29enne friulano si aggiudica il derby azzurro di primo turno al “Rhein Asset Open”, Challenger ATP (montepremi 45.730 euro) scattato sul “rosso” della città tedesca. Il lombardo batte il sesto del seeding

di | 08 agosto 2022

Riccardo Bonadio e Andrea Arnaboldi avanzano al secondo turno del “Rhein Asset Open”, ATP Challenger dotato di un montepremi di 45.730 euro che si disputa sui campi in terra battuta di Meerbusch, città della Renania Settentrionale-Vestfalia in Germania.

Il 29enne di San Vito al Tagliamento, n.193 del ranking ATP, ha sconfitto in tre set Franco Agamenone, n.109 ATP e seconda testa di serie, col punteggio di 61 16 63 in 1 ora a 44 minuti, era primo confronto diretto tra i due italiani. Scatta bene dai blocchi il friulano, vincendo in sicurezza il primo set. Il 29enne nato in Argentina salva una delicata palla break all'avvio del secondo parziale ed alza il ritmo nello scambio, strappando per due volte il turno di battuta a Bonadio per il 6-1 che riporta il match in parità. Il terzo set, molto equilibrato e segnato da diversi scambi spettacolari con entrambi i giocatori alla ricerca del punto vincente, si decide con la sola palla break concessa da Agamenone nel sesto gioco e trasformata da Bonadio con un diritto molto profondo. Il friulano non concede chance al rivale per riaprire il parziale, chiudendo l'incontro per 6 giochi a 3. 

Al secondo turno Bonadio aspetta il vincente dell'incontro che oppone il portoghese Frederico Ferreira Silva al russo Alexander Shevchenko.  

Andrea Arnaboldi colpisce di rovescio

Bella vittoria all'esordio in Germania per Andrea Arnaboldi, n.195 ATP: ha battuto il francese Geoffrey Blancaneaux, n.150 al mondo e sesto favorito del seeding, per 75 61 in un'ora e trequarti di gioco, contraddistinti dal suo “classico” tennis offensivo e ricco di variazioni. Il 24enne di Parigi ha sofferto particolarmente il diritto mancino del lombardo, stretto e preciso, sul proprio rovescio, andato in crisi in più occasioni. Molto efficace il 34enne milanese alla risposta, ha vinto il 69% dei punti contro la seconda di servizio di Blancaneaux.

Una vittoria importante per Andrea poiché nei due precedenti col transalpino aveva sempre perso, l'ultimo disputato poche settimane fa al Challenger di Zug.  
Al secondo turno Arnaboldi trova l'indiano Sumit Nagal, n.504 in classifica, in tabellone col ranking protetto, nessun precedente tra l'azzurro e il 24enne di Jhajjar. 

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti