-

Meerbusch: Bonadio cede a Novak

Si ferma in semifinale la corsa del 29enne di San Vito al Tagliamento al “Rhein Asset Open”, Challenger ATP con un montepremi di 45.730 euro giunto alle battute finali sul “rosso” della città tedesca, battuto in due set dall'austriaco

di | 13 agosto 2022

Riccardo Bonadio challenger Barletta

Il diritto di Riccardo Bonadio

Niente finale per Riccardo Bonadio al “Rhein Asset Open”, ATP Challenger dotato di un montepremi di 45.730 euro che si avvia alla conclusione sui campi in terra battuta di Meerbusch, località della Renania Settentrionale-Vestfalia in Germania. Il friulano, posizionato al n.193 nel ranking ATP (a soli cinque posizioni dal proprio best ranking, toccato lo scorso luglio), è stato battuto in semifinale dall'austriaco Dennis Novak (n.155 ATP) col punteggio di 64 62 in poco meno di un'ora e mezza di gioco. 

Il primo confronto diretto tra il 29enne di San Vito al Tagliamento e il 28enne di Wiener Neustadt si è aperto con un primo parziale molto combattuto, segnato da continui allunghi e rimonte, con entrambi i giocatori al servizio che accusano la risposta aggressiva del rivale. Sono ben cinque break complessivi, con l'azzurro che perde il turno di servizio nel decimo e decisivo gioco al secondo set point, per il 6-4 a favore di Novak. 

Nel secondo set lo strappo che spacca definitamente l'incontro arriva nel sesto game: Bonadio serve sotto 3 giochi a 2, commette un doppio sul 15 pari e quindi subisce due ottime giocate di Novak, un attacco a rete perfetto e quindi una risposta sulla riga, di fatto ingiocabile. L'austriaco chiude il secondo set e l'incontro per 6-2, con un doppio fallo di Riccardo (il quarto complessivo) sul secondo match point. L'azzurro manca così l'approdo alla terza finale Challenger in carriera, la seconda dell'anno dopo quella giocata a  Bratislava.

Bonadio era sbarcato in semifinale a Meerbusch disputando un torneo di grande qualità e sostanza. Nel match di esordio ha sorpreso la testa di serie n.2 Franco Agamenone con una prestazione in crescendo, molto offensiva, vincendo in tre set. Più sofferto il successo al secondo turno, nel quale ha sconfitto il russo Alexander Shevchenko al termine di una dura battaglia, conclusa 7-5 al terzo set. Un successo significativo, visto che Riccardo contro il 21enne di Rostov-On-Don aveva perso entrambi i precedenti, inclusa la finale disputata quest'anno al Challenger di Bratislava. Nei quarti l'azzurro ha battuto il ceco Jonas Forejtek (ex n.1 del mondo junior e campione degli US Open giovanili) per 64 63, con un'altra prestazione di qualità.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti