-

Francavilla al Mare: finale tutta azzurra tra Arnaldi e Maestrelli

Italiani sugli scudi al Challenger in svolgimento sulla terra battuta abruzzese. Arnaldi e Maestrelli dominano le semifinali, è derby azzurro per la coppa

di | 21 maggio 2022

Matteo Arnaldi Prequalificazioni IBI

Il servizio di Matteo Arnaldi (foto Fioriti)

Una finale tutta azzurra, la miglior conclusione possibile per un torneo internazionale disputato in Italia. Questo lo splendido verdetto delle semifinali del "Francavilla al Mare Challenger", torneo Challenger ATP con un montepremi di 32.160 euro che si sta disputando sui campi in terra rossa del Tennis Club della cittadina abruzzese. Sono Matteo Arnaldi e Francesco Maestrelli i due finalisti del torneo, entrambi vincitori delle rispettive semifinali in Abruzzo. Per entrambi la ghiotta occasione di alzare la prima coppa di un torneo Challenger.

Mattero Arnaldi, 21enne di Sanremo (n.280 in classifica), ha giocato un solo set contro l'argentino Hernan Casanova, vincendolo per 6-3. Prima dell'inizio del secondo parziale, il 28enne argentino ha gettato la spugna, dando così via libera all'azzurro. Matteo è stato costretto a rimontare lo svantaggio di un break, patito nel terzo game, ceduto a zero con un doppio fallo. Operato il contro break per il 3 pari, ha vinto tre giochi di fila, chiudendo il primo set 6-3, fino al ritiro di Casanova che gli spalanca le porte della finale, la sua prima in stagione e miglior risultato dopo la semifinale giocata al Challenger di Spalato lo scorso aprile.

Il tennista ligure ha esordito quest'anno agli Internazionali BNL d'Italia con una wild card ottenuta con le prequalificazioni, sconfitto al primo turno dall'esperto croato Marin Cilic. Un'esperienza che gli ha dato la spinta per giocare il suo miglior tennis a Francavilla al Mare, dove è approdato in finale concedendo la miseria di undici games ai quattro rivali sconfitti (Forti, Cias, Added e Casanova).

Francesco Maestrelli (foto Sposito)

Francesco Maestrelli (n.512 nel ranking, entrato nel tabellone con una wild card) ha ottenuto il posto per l'atto conclusivo del torneo abruzzese sconfiggendo per 6-0 7-6 il canadese Alexis Galarneau, 23enne n.309 ATP e quinta testa di serie, in 1 ora e 50 minuti. Partenza razzo per il 19enne pisano: break in apertura alla prima chance e via avanti, sostenuto dal suo ottimo servizio e dal suo tennis aggressivo. Il canadese è travolto, perde altri due turni di battuta e riesce a strappare la prima palla break in risposta solo sul 5-0, prontamente annullata da Maestrelli, che chiude con un perentorio 6-0. Praticamente ingiocabile alla battuta Francesco nel parziale, ma assai incisivo anche in risposta. Nel secondo set Galarneau soffre in ogni turno di servizio, ma regge fino al settimo game, quando concede il break all'azzurro (complice anche un doppio fallo). Maestrelli serve per il match sul 5-4 e per la prima volta nell'incontro accusa la tensione, perdendo il gioco di servizio. Si arriva al tiebreak, dove l'azzurro ritrova la qualità vista nel primo set. Si porta subito avanti 3-0 e chiude 7 punti a 4, volando in finale.

Un solo precedente diretto tra Arnaldi e Maestrelli: risale al secondo turno del torneo M15 di Nur-Sultan del febbraio del 2021, vinse il toscano in due set.

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti