-

Todi: Arnaboldi e Vavassori approdano nel main draw

Sulla terra del Tennis Club si sono concluse le qualificazioni del primo challenger ATP post lockdown. Diventano 12 gli azzurri in tabellone, mentre si fermano Matteo Gigante e Riccardo Bonadio. Missione compiuta anche per il baby fenomeno spagnolo Alcaraz Garfia. Da venerdì sfide live su SuperTennis

di | 16 agosto 2020

Andrea Arnaboldi (Foto Marta Magni)

Andrea Arnaboldi (Foto Marta Magni)

Completate le qualificazioni degli Internazionali di tennis Città di Todi, Challenger Atp 100 dotato di un montepremi di 88.520 euro organizzato da MEF Tennis Events, che segna la ripresa del circuito internazionale maschile come già accaduto per quello femminile. Sulla terra rossa del Tennis Club della città umbra Andrea Vavassori e Andrea Arnaboldi hanno superato anche il secondo turno, staccndo il pass per il tabellone principale. Grande colpo per il 25enne di Torino, testa di serie numero 6, che ha eliminato 64 64 il francese Alexandre Muller, prima favorito delle quali, e al debutto nel main draw affronterà il tedesco Cedrik-Marcel Stebe, testa di serie numero 4. “Tornando qui ho riassaporato le buone sensazioni dei Campionati Italiani Assoluti di giugno - spiega Vavassori - Sono stato solido e ho spinto sul dritto, il suo punto debole: sono contento di averla portata a casa”.

Arnaboldi, quinta testa di serie, si è aggiudicato il derby italiano con la wild card Matteo Gigante per 64 60, ed entrerà in tabellone affrontando lo spagnolo Mario Vilella Martinez. “Gigante è un giocatore difficile da affrontare, si fa fatica a leggere i suoi colpi e penso che in futuro potrà fare davvero bene – racconta Arnaboldi - Ritrovare il ritmo partita? Noi azzurri siamo stati avvantaggiati dai Campionati Italiani Assoluti e dal torneo di Perugia: personalmente ho tratto benefici da quei match per presentarmi meglio a questo appuntamento Challenger”.

Si ferma la corsa di Riccardo Bonadio, sconfitto 64 64 dal croato Viktor Galovic, numero 3 del tabellone. Il quarto qualificato è lo spagnolo Carlos Alcaraz Garfia. Il 17enne allenato dall’ex numero 1 Juan Carlos Ferrero e da molti indicato come il nuovo Rafa Nadal, conferma di meritare le attenzioni degli addetti ai lavori superando 64 64 il croato Borna Gojo, quarto favorito del tabellone cadetto. Ora lo attende Gian Marco Moroni.




Diventano, dunque, 12 gli azzurri nel tabellone principale. Nel seeding ci sono Marco Cecchinato (n.2), che debutta con l’argentino Andrea Collarini, Federico Gaio (n.3), atteso dal derby con Matteo Viola, e Lorenzo Giustino (n.8), che deve vedersela con il tedesco Daniel Altmaier. Per quanto riguarda gli altri sorteggi degli italiani la wild card Giulio Zeppieri fa il suo esordio contro l’altro argentino Renzo Olivo, Roberto Marcora trova sulla sua strada lo spagnolo Bernabe Zapata Miralles, Alessandro Giannessi affronta il francese Maxime Janvier, Gian Marco Moroni, come detto, ha il temibile qualificato Alcazar Garfia, mentre è derby tra wild card tricolore quello tra Francesco Forti e Lorenzo MusettiSuperTennis, la tv della FIT trasmetterà live i match da venerdì 21 agosto.

Lorenzo Musetti (foto Sposito)

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti