-

Dopo Todi, Perugia: Bonadio elimina Musetti. Fabbiano avanza

E' in corso la tappa perugina del circuito ZzzQuil tennis tour 2020 con la presenza anche di stranieri, come gli spagnoli Andujar e Taberner. In evidenza i giovani azzurri Luca Nardi e Matteo Gigante. Il tutto seguendo i protocolli e con la presenza (contingentata) del pubblico

30 giugno 2020

La seconda tappa dello ZzzQuil Tennis Tour, ospitata dal Tennis Club Perugia e organizzata da MEF Tennis Events, ha messo in evidenza la grinta e le qualità di alcuni dei migliori talenti “under” del nostro Paese. Tra l’inizio del tabellone principale maschile e la fase decisiva delle qualificazioni, sono stati i giovani a rendersi protagonisti del lunedì di gara. Spettacolo lo ha riservato il match in sessione serale, che ha visto Riccardo Bonadio battere Lorenzo Musetti dopo quasi tre ore partita e dopo aver annullato tre match point all'avversario. 76 46 76 il punteggio in favori di Bonadio. Musetti ha pagato a caro prezzo le troppe occasioni sprecate: anche nel primo set era avanti di un break e nel terzo parziale ha avuto a disposizione diverse palle break prima dell’epilogo al tie break.

Nardi: “Contento del successo” - Luca Nardi, classe 2003, ha eliminato Daniele Capecchi con il punteggio di 63 67 (2) 75 in quasi 3 ore di gioco: “Sono partito bene sia nel primo sia nel secondo set, poi tra sfortuna e meriti dell’avversario la partita è cambiata. Non mi sento al massimo di testa, tuttavia sono contento di essermi rialzato nel terzo parziale sino a conquistare il successo. Il secondo turno? Sarebbe bellissimo affrontare un giocatore come Pablo Andujar (che all’esordio se la vedrà con il qualificato russo Kirill Kivattsev, ndr): guarderò il suo debutto e proverò a fare del mio meglio”.

Gigante: “Non mi aspettavo di esprimermi così” - Il primo match andato in scena sul Campo Centrale ha registrato la vittoria di Matteo Gigante per 36 63 63 contro Flavio Cobolli, nel derby capitolino tra le più forti promesse della Rome Tennis Academy: “Giocare contro un avversario che considero come un fratello è sempre particolare. Ci siamo affrontati in Australia a gennaio e ricordo bene la tensione di quell’incontro: oggi non mi aspettavo di stare così bene in campo e di esprimermi a questo livello, è stata una partita determinata dall’aspetto mentale”. Gigante ha ben figurato anche ai Campionati Italiani Assoluti della scorsa settimana, in cui ha strappato un set a Thomas Fabbiano dopo aver superato le qualificazioni: “Sicuramente la prestazione sfornata contro il numero 147 del mondo mi ha dato fiducia. A Todi ho giocato un grande tennis, spero di continuare così”.

Buona la prima anche per Francesco Forti e Pietro Rondoni, mentre si sono qualificati Federico Arnaboldi, Gian Marco Ortenzi e Luciano Darderi, oltre a Kirill Kivattsev.

Rossi: “Voglio giocare più match possibile” - Necessario il super tie-break a Federica Rossi per sbarazzarsi di Emma Valletta, approdando così al penultimo turno di qualificazioni femminili: “Avevo preparato il match in un certo modo, ma onestamente ho fatto fatica ad esprimermi come avrei voluto. È stato il mio primo incontro dopo 4 mesi, ero molto tesa: sono reduce dagli esami di maturità, adesso voglio concentrarmi sul tennis con l’obiettivo di giocare più partite possibile”.

Successi anche per Dalila Spiteri, Irene Lavino, Anna Turati, Angelica Raggi e Federica Di Sarra.

Il torneo è aperto anche ai giocatori stranieri. Il più quotato è lo spagnolo Pablo Andujar, n.53 del mondo che sarà la seconda testa di serie, dietro al nostro Lorenzo Sonego, n.46. Lo spagnolo al primo turno troverà un giocatore proveniente dalle qualificazioni, mentre per Sonego c’è il giovane Francesco Passaro, 19 anni, promettente wild card.I quarti di finale teorici, in base al collocamento delle teste di serie sarebbero: Sonego c. Andrea Arnaboldi, Lorenzo Giustino c. lo spagnolo Carlos Taberner, Gian Marco Moroni c. Thomas Fabbiano e Pablo Andujar c. il croato Viktor Galovic.

Gioventù al potere anche nel tabellone femminile, dove la favorita è Ludmila Samsonova, n.117 del mondo, russa di passaporto ma italiana di crescita e di tesseramento (TC Genova). Esordirà contro Camilla Scala, n.429 Wta. Dall’altra parte del tabellone, sua teorica rivale in finale, l’azzurra di Fed Cup Elisabetta Cocciaretto, 19 anni e già n.157 del mondo, che si troverà di fronte all’esordio Lucrezia Stefanini, n.392 della graduatoria Wta.


Risultati qualificazioni maschili
Turno decisivo
Federico Arnaboldi b. Lorenzo Bocchi 46 62 10-1
(5) Kirill Kivattsev (Rus) b. (4) Simone Roncalli 64 62
Gian Marco Ortenzi b. (3) Giorio Ricca 64 46 10-4
Luciano Darderi b. Matteo Arnaldi 64 64

Risultati tabellone principale maschile
Primo turno
Matteo Gigante b. Flavio Cobolli 36 63 63
Francesco Forti b. Erik Crepaldi 61 1-0 ritiro
Luca Nardi b. Daniele Capecchi 63 67 (2) 75
Pietro Rondoni b. Fabrizio Ornago 64 63
Laurynas Grigelis (Ltu) b. Riccardo Balzerani 63 62
Victor Galovic (Cro) b. Simone Roncalli 62 64
Riccardo Bonadio b. Lorenzo Musetti 76 46 76

Luca Vanni b. Giovanni Fonio 6-4 6-4

Gian Marco Moroni b. Gian Marco Ortenzi 6-3 6-4

Thomas Fabbiano b. Luciano Darderi 6-4 6-2

Andrea vavassori b. Marco Bortolotti 6-3 6-3


Risultati qualificazioni femminili
Secondo turno
(3) Dalila Spiteri b. (wc) Matilde Mariani 60 62
Irene Lavino b. Federica Prati 75 61
(2) Anna Turati b. Alice Amendola 64 60
Federica Rossi b. (wc) Emma Valletta 67 (4) 62 10-6
Angelica Raggi b. Costanza Traversi 61 62
(1) Federica Di Sarra b. Maria Vittoria Viviani 62 60
(4) Federica Arcidiacono b. Eleonora Alvisi 61 76 (7)
Asia Serafini b. Giulia Crescenzi 76 (6) 64

Terzo turno

Federica Arcidiacono b. Angelica Raggi 6-1 6-1

Federica Di Sarra b. Asia Serafini 6-1 6-2

Anna Turati b. Federica Rossi 6-2 6-3

Dalila Spiteri b. Irene Lavinio 6-1 6-2

 


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi