-

Ufficiale: le Davis Cup Finals 2020 rinviate al prossimo anno

Si giocherà sempre alla Caja Magica di Madrid dal 22 al 28 novembre 2021. Tra le 18 nazioni al via l’Italia, che si è qualificata battendo lo scorso marzo la Corea del Sud a Cagliari. Quest'anno l'Insalatiera d'argento non verrà dunque assegnata per la prima volta dal 1945

26 giugno 2020

Le Davis Cup Finals 2020, in calendario inizialmente dal 23 al 29 novembre 2020 alla Caja Magica di Madrid, sono state rinviate al 2021 a causa della pandemia da Coronavirus. Quest'anno, quindi, l'Insalatiera d'argento non verrà assegnata. E’ arrivata oggi la decisione ufficiale dell’ITF, che ha fissato le nuove date: si giocherà sempre in Spagna dal 22 al 28 novembre. Tra le 18 nazioni partecipanti ci sarà l’Italia, che ha conquistato la qualificazione alle finali di Davis battendo lo scorso marzo la Corea del Sud a Cagliari.

Oltre all’Italia saranno al via Croazia, Ungheria, Colombia, Stati Uniti, Australia, Germania, Kazakistan, Austria, Svezia, Repubblica Ceca ed Ecuador. Sono queste le dodici nazionali promosse dal turno preliminare di qualificazione della Coppa Davis lo scorso marzo prima che scoppiasse la pandemia. Erano già ammesse di diritto le quattro semifinaliste della passata edizione, la prima con il nuovo format, Spagna, Canada, Russia e Gran Bretagna e le due wild card Francia e Serbia.

Nata nel 1900 grazie all'intraprendenza e visione di Dwight Filly Davis insieme ad altri tre studenti, membri della squadra di tennis universitaria di Harvard, la Coppa Davis può vantarsi del titolo di più antico campionato a squadre “all sport” . Dalla sua nascita non è stata assegnata solo nel 1901, nel 1910 e tra il 1915 e il 1918 e il 1940 e il 1945 in occasione della prima e seconda guerra mondiale.

E’ una grande delusione per tutti noi che le finali di Coppa Davis non si terranno nel 2020 - ha detto Gerard Pique, presidente di Kosmos Tennis - non sappiamo come si svilupperà la situazione nelle nazioni qualificate e se le restrizioni in Spagna saranno sufficientemente ridotte. E’ impossibile prevedere la situazione a novembre e garantire la sicurezza di coloro che viaggiano a Madrid. Questo rinvio non ha alcun impatto a lungo termine sulle nostre ambizioni in merito allo sviluppo e alla crescita della Coppa Davis. ITF e Kosmos Tennis non vedono l'ora di offrire una competizione eccezionale nel 2021”.

Questa è una decisione difficile da prendere - ha sottolineato David Haggerty, presidente dell'ITF - ma far disputare un evento internazionale per nazioni su questa scala garantendo allo stesso tempo la salute e la sicurezza di tutti i soggetti coinvolti comporta un rischio troppo grande. E’ un’impresa complessa e abbiamo preso la decisione di dare certezze a giocatori, federazioni nazionali e tifosi. Non vediamo l’ora di continuare la nostra collaborazione con Kosmos Tennis al fine di offrire una fantastica competizione il prossimo anno”.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi