-

Fase 2 coronavirus, WTA: solo un membro del team e limite di 100 persone ai tornei

La WTA secondo quanto rivelato Torben Beltz, attuale coach di Donna Vekic, in attesa della ripresa delle competizioni, ha inviato una lettera alle giocatrici con le indicazioni da seguire

di Angelo Mancuso | 22 maggio 2020

In attesa della nuova dead line del 31 luglio, data in cui è stata per il momento fissato lo stop dle circuito, il mondo del tennis professionistico si sta comunque preparando alla fase 2 dell’emergenza coronavirus. Torben Beltz, attuale coach di Donna Vekic, ma anche il tecnico che ha portato Angelique Kerber a vincere Slam e in vetta al ranking mondiale, ha rivelato che la WTA ha già inviato alle giocatrici una lettera con le indicazioni da seguire quando si tornerà in campo nei tornei. Innanzitutto solo un membro del team potrà viaggiare con la giocatrice, presumibilmente l’allenatore dell’atleta. Per quanto riguarda i fisioterapisti la WTA stessa li metterà a disposizione in loco. Inoltre al torneo saranno ammesse non più di 100 persone. Un numero che non comprende, tuttavia gli addetti ai lavori, ovvero organizzatori, personale dello staff, media.
Ci sono poi alcune regole che dovranno essere chiarite, prima fra tutte quella che riguarda il distanziamento sociale tra una persona e l’altra. La WTA ha comunicato, infatti, che, in attesa che arrivino indicazioni anche dall’ATP, darà informazioni ulteriori su come effettuare il cambio campo al termine dei canonici due game. Quello potrebbe essere il momento in cui le atlete si trovano più vicine e potrebbero entrare a contatto. In alcune esibizioni giocate in questi giorni le panchine sono state messe ai lati opposti del campo. Potrebbe essere, ma vale sempre il condizionale, una soluzione.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi