-

“Ci sono altri campioni per cui tifare oggi”. Wimbledon e Federer omaggiano i medici

Post del torneo più famoso del mondo sui propri account social con King Roger voce narrante

11 aprile 2020

Vedere i cancelli dell’All Egland Club che aprono alla fiumana di appassionati che per due settimane affolla il club più famoso del mondo fa un certo effetto. Sembrano immagini di un tempo lontano, ma sono solamente della passata estate. A luglio tutto ciò non potremo rivederlo né in tv né a Londra: Wimbledon non si giocherà a causa della pandemia da coronavirus. Con un breve filmato postato sui propri account social, Wimbledon ha inviato doveroso messaggio a chi combatte contro il virus, con i medici e tutto il personale sanitario in prima linea, incitando tutti a stare uniti per superare questo periodo tremendo.

La voce narrante è quella di Federer, che sull’erba londinese del mitico Centre Court, ha trionfato otto volte. “Fin del 1877 voi fan di Wimbledon vi siete stretti intorno alle nostre partite, le avete guardate attraverso ogni tipo di schermo a ogni ora del giorno e della notte - dice King Roger - venuti da lontano, vi siete messi in coda e accidenti che code! Quest’estate, purtroppo, dovremo stare insieme rimanendo lontani. Nessuna tenda verrà piantata, nessun record sarà battuto, né alcun trofeo verrà inciso. Ma nel ringraziarvi per la passione e il sostegno, ricordiamo a noi stessi che innumerevoli campioni verranno celebrati, che lavoratori al fronte in tutto il mondo gareggiano per noi», prosegue lo svizzero mentre nel video iniziano a scorrere le immagini dei medici, degli infermieri e dei volontari che combattono contro il coronavirus. “Facciamo il tifo per loro. Per ora il gioco è sospeso. Ci unisce la speranza che il domani sarà meglio di oggi”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi