-

Kyrgios cuore d'oro: "Chi ha bisogno di cibo mi scriva, sarò felice di aiutarlo"

Il tennista australiano si offre di portare il cibo ai connazionali in difficoltà durante il lock down per l'emergenza coronavirus

07 aprile 2020

Se spesso lo abbiamo criticato per i suoi atteggiamenti sopra le righe in campo, Nick Kyrgios va elogiato per il suo impegno contro l’emergenza coronavirus. La sua Australia è uno dei paesi meno colpiti dalla pandemia: ha registrato circa 6mila casi di contagio, ma sta già affrontando una situazione complicata con tanti disoccupati e ospedali in difficoltà. Tramite i propri account social il 24enne tennista di Canberra ha dato disponibilità ad aiutare chi per varie ragioni ha difficoltà a mettere del cibo in tavola. “Invito chiunque non lavora, non percepisce delle entrate o anche più semplicemente sta affrontando tempi duri a non andare a letto a stomaco vuoto. Mandatemi un messaggio, non preoccupatevi e non sentitevi in imbarazzo - ha scritto in un post Kyrgios - sarò più che contento di poter condividere con voi quello che ho. Che sia una scatola di noodles, una pagnotta di pane o del latte. Lo lascerò alle vostre porte senza fare domande”. Kyrgios ad inizio stagione si era già messo in mostra con iniziative di questo tipo quando ha aiutato il movimento di donazione per gli incendi boschivi in Australia.

Visualizza questo post su Instagram

Real talk

Un post condiviso da NK (@k1ngkyrg1os) in data:

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi