-

Courier al NY Times: “Il Roland Garros ha riconosciuto il proprio errore”

Le parole dell’ex numero uno del mondo sono state confermate anche da David Haggerty, presidente dell’ITF, al quotidiano statunitense

di Angelo Mancuso | 05 aprile 2020

La federtennis francese, da quanto ho sentito, ha riconosciuto il suo errore di aver scavalcato gli altri tornei dello Slam senza alcun preavviso. Mi hanno riferito che ci sono state molte discussioni tra i dirigenti”. Lo ha detto Jim Courier, ex numero uno del mondo e campione sulla terra rossa parigina nel 1991 e nel 1992 (e finalista nel 1993), in una intervista al New York Times. A causa della pandemia da coronavirus la federazione francese, con una decisione unilaterale, aveva annunciato già lo scorso 17 marzo il rinvio dalla data originaria (24 maggio-7 giugno) per scongiurare perdite stimate in 240 milioni: si giocherà dal 20 settembre al 4 ottobre. Una decisione che ha di fatto isolato i francesi, scatenando l’ira di ATP, WTA e ITF.

La parole di Courier sono confermate proprio dallo stesso David Haggerty, presidente dell’ITF, al quotidiano statunitense: “Credo abbiano capito quanto sia fondamentale collaborare sulle decisioni importanti per il tennis. Bisogna confrontarsi tutti insieme regolarmente sulla situazione attuale e l’impatto che questo ritardo avrà sul calendario del tennis“.

Intanto per il momento restano confermati gli US Open, come annunciato nei giorni scorsi dall’USTA: le qualificazioni sono in programma dal 24 agosto, i tabelloni principali dal 31 agosto al 13 settembre. La situazione negli Stati Uniti è tuttavia molto critica (è la nazione con il maggior numero di contagi da Covid-19).

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi