-

Coronavirus, appello della Vinci: “Non siamo soli, ma vicini in modo diverso”

L’ex numero 7 del mondo e finalista agli US Open attraverso un tweet invita tutti noi a fare gioco di squadre per uscire da questo terribile momento

di Angelo Mancuso | 01 aprile 2020

Già nei giorni scorsi Roberta Vinci aveva ricordato la semifinale degli US Open 215, quando sorprese il mondo mettendo ko Serena Williams, una delle vittorie più prestigiose della sua carriera. “Mi auguro che questa mia esperienza possa darci una spinta a non mollare, senza la pretesa di paragonare due situazioni così diverse - aveva scritto su Twitter l’ex numero 7 del mondo - in questi giorni, nella bruttissima situazione di emergenza Coronavirus nella quale ci troviamo, mi è tornata in mente la partita che ho giocato con Serena Williams a New York nel 2015. Eppure in campo, quindici dopo quindici, mi sono convinta che ci potevo riuscire. Il punto è: non mollare mai, tenere duro, avere fiducia”. La tennista pugliese vinse quel match per 26 64 64, approdando alla sua prima finale Slam (nella sfida tutta azzurra si arrese a Flavia Pennetta).

Ora un intervento al tg di Raiuno e un nuovo tweet in cui invita tutti noi a fare gioco di squadra aiutando anche la protezione civile che tanto sta facendo in questi difficili giorni: un messaggio di speranza e di resistenza, quanto mai appropriato in un momento così drammatico, con la nostra nazione tra le più colpite a livello globale dalla pandemia di Covid-19 ed in cui anche il tennis ha dovuto arrendersi e fermarsi.


Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi