-

Covid-19, Sendai si unisce alla campagna #distantimauniti: “Vicini all’Italia”

La città giapponese avrebbe dovuto ospitare i Pre-Games paralimpici, il percorso di preparazione degli atleti azzurri paralimpici in vista dei Giochi. Impegno rinviato al 2021

di Angelo Mancuso | 28 marzo 2020

La municipalità di Sendai si stringe al nostro Paese alle prese con l’emergenza coronavirus. In una lettera rivolta al Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, la sindaca della città giapponese Kohri Kazuho ha inviato un messaggio di vicinanza e amicizia all’Italia e agli sportivi del nostro Paese. La città nipponica avrebbe dovuto ospitare i Pre-Games paralimpici, il percorso di preparazione degli atleti azzurri paralimpici in vista dei Giochi. Impegno rinviato al 2021. “Voglio esprimere le mie più profonde condoglianze per le persone del vostro Paese che hanno perso la vita e a coloro che stanno affrontando la malattia, a nome dei cittadini di Sendai - si legge nel messaggio - mi addolora molto pensare quanto preoccupante possa essere vivere la situazione che sta attraversando l’Italia. Sono convinta che ci sarà una luce in fondo al tunnel e che questa possa essere rappresentata anche dai Giochi Olimpici e Paralimpici, il festival dello sport e dell’amicizia”.

Alcuni abitanti di Sendai hanno aderito alla campagna promossa dal Ministero dello Sport #distantimauniti, con messaggi di affetto trasmessi attraverso i social. Sendai fu rasa al suolo dal terribile terremoto del 2011, nel quale persero la vita ventimila persone.

Un grazie di cuore agli amici di Sendai che hanno voluto esprimere la loro vicinanza al nostro Paese, al movimento paralimpico italiano e a tutto il mondo dello sport tricolore”, ha commentato via Twitter Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi